PD Firenze: tutti (o quasi) contro il segretario Piccioli

PD Firenze: tutti  (o quasi) contro il segretario Piccioli

Una lettera, firmata da 15 segretari di circolo su 19 , indirizzata al presidente dell’assemblea cittadina Andrea Ceccarelli per chiedere ‘maggiore chiarezza’ in una fase politica delicata. Intervista a Paolo Beni, segretario circolo PD Rifredi

Certo, il nome del segretario cittadino, Piccioli non viene mai fatto, ma i riferimenti sono numerosi. Nella lettera si chiede di  “convocare quanto prima la direzione cittadina” perché gli “nostri iscritti  chiedono conto della mancata convocazione degli organi di partito, come assemblea e direzione”  “L’inerzia dei livelli territoriali del nostro partito non è più accettabile- aggiunge la missiva- perché può essere interpretata come una mancanza di capacità di reagire del nostro partito a fronte dei grandi cambiamenti che stiamo attraversando”.

Di fatto l’accusa, nemmeno tanto velata è che il segretario cittadino non si sia dato abbastanza da fare per contrastare l’avanzata di Renzi e Italia Viva. Anzi di aver dichiarato qualche settimana fa: “Non dico che rimarrò nel Pd. Certo lo farò nell’immediato” . “Non posso che aderire alla richiesta dei segretari – ha chiosato Ceccarelli

Il Pd oggi ha bisogno di tutto tranne che di ulteriori scontri interni o ipotetici regolamenti dei conti. Per quanto mi riguarda Massimiliano Piccioli può rimanere dove sta”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine della seduta del Consiglio metropolitano, rispondendo ad una domanda sulla presa di posizione dei  segretari di circolo. “Chiedo al mio partito unità, determinazione, tranquillità nell’andare avanti col lavoro che c’è da fare – ha aggiunto Nardella -, perché i cittadini chiedono non solo alle istituzioni, ma anche ai partiti di essere presenti e attivi. Mi auguro che ci sia un chiarimento costruttivo e positivo”.

 

L'articolo PD Firenze: tutti (o quasi) contro il segretario Piccioli proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi