“Pedalata del Tirreno e dell’Arno”: domenica 20 grande festa del cicloturismo in Toscana

FIRENZE - Un appuntamento da non perdere per tutti i ciclisti, cicloturisti e appassionati di bicicletta toscani ma non solo. Domenica 20 settembre, nell'ambito della settimana europea della mobilità sostenibile, Regione Toscana, ANCI, FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), UISP e il quotidiano Il Tirreno, con la collaborazione di Trenitalia, organizzano la "Pedalata del Tirreno e dell'Arno", una manifestazione che chiamerà a raccolta le due ruote da tutti i territori della Toscana e le farà convergere in tre aree di grande valore naturalistico: il parco di San Rossore a Migliarino, il Parco della Maremma, il Parco archeologico di Baratti in Val di Cornia.

Per raggiungere queste mete i ciclisti percorreranno tratti di due dei grandi itinerari ciclabili tracciati dalla Regione, la ciclopista Tirrenica e la ciclopista dell'Arno. E per dar modo anche a chi non abita lungo la costa di partecipare è stato organizzato un treno speciale, attrezzato per il trasporto biciclette, che partirà da Arezzo alle ore 10 e raggiungerà Pisa alle 13.00 con tappa a Firenze Rovezzano.

La Pedalata del Tirreno e dell'Arno è l'apice di un calendario di iniziative dedicate al cicloturismo organizzate nei mesi estivi in vari centri della costa toscana. Rappresenta, però, anche un punto di inizio, in quanto sarà il primo test per un servizio integrato di mobilità sostenibile treno+bici fortemente voluto dalla Regione Toscana ma fino ad ora mai testato.

Le 'pedalate'
Per trasfgormare il 20 settembre in una vera e propria festa regionale delle due ruote sono state organizzate cinque pedalate, tre delle quali lungo la costa, una lungo la ciclopista dell'Arno ed una nel Valdarno:
- la 'Staffetta della Costa Sud' partirà in contemporanea da Capalbio e da Castiglione della Pescaia, con incontro ad Alberese nel Parco della Maremma;
- la 'Staffetta del Costa centrale' partirà in contemporanea da Follonica e da Livorno con incontro a Baratti (Parco archeologico);
- la 'Staffetta della Costa Nord' partirà in contemporanea da Pisa e da Carrara con incontro nel Parco di San Rossore, a Migliarino Massaciuccoli, vicino a Pisa;
- la 'Pedalata della Ciclopista dell'Arno' partirà da Stia (AR), in Casentino, e avrà come meta il Parco di San Rossore a Pisa. I ciclisti, tra cui l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, raggiungeranno la stazione di Arezzo dove li attenderà un treno speciale, organizzato in collaborazione con Trenitalia ed attrezzato per accogliere le bici a bordo.
Con il treno i partecipanti raggiungeranno Firenze, dove si uniranno ad altri ciclisti che, dopo aver percorso il tratto fiorentino della Ciclopista del'Arno (concentramento in largo De Gasperi) saliranno in carrozza a loro volta e raggiungeranno Pisa. Alla stazione di Pisa Centrale scenderanno e proseguiranno in bici fino a San Rossore.

Si terrà inoltre la 'Pedalata del Valdarno', che toccherà i comuni di Figline Incisa Valdarno e San Giovanno Valdarno e le tre stazioni ferroviarie per un percorso totale di circa 15 km.

Un seminario sul futuro del cicloturismo
All'arrivo nei tre parchi i ciclisti potranno partecipare a tre seminari dedicati ai temi del cicloturismo e della mobilità sostenibile. All'iniziativa nel Parco di San Rossore, la più partecipata dato che vedrà convergere i ciclisti provenienti da Arezzo, Firenze, Pisa, Massa e Carrara, sarà presemte l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo.

Il treno speciale riservato
Il treno speciale riservato ai partecipanti iscritti partirà dalla stazione di Arezzo alle ore 10. Arriverà a Firenze-Rovezzano alle 11.00 e ripartirà alle 11,15 direzione Pisa. 

Il treno del ritorno partirà alle ore 16.40 da Pisa Centrale, e fermerà alla stazione di Empoli, Firenze Rovezzano (ore 18.00), Pontassieve, con arrivo ad Arezzo alle 18:40.

I commenti sono chiusi