Pegaso per lo sport, storia e campioni premiati dal 1996

FIRENZE – É dal 1996 che la Regione premia i suoi campioni sportivi. L'albo d'oro del Pegaso per lo sport, arrivato all'edizione numero 18, comprende campioni di fama nazionale ed internazionale (Yuri Chechi, Fiona May, Franco Ballerini, Cristiano Lucarelli, Aldo Montano), ma anche atleti meno conosciuti ma pur sempre in grado di portare in alto i colori italiani grazie alle proprie imprese sportive.

 

Il primo Pegaso per lo sport venne consegnato nel 1996, e andò ai 10 medagliati toscani (2 ori, 4 argenti e 4 bronzi) alle Olimpiadi di Atlanta. Due anni dopo, nel 1998, vennero premiati nove atleti e tre società considerate più attive nella diffusione dello sport di base. Nel 2000 la terza edizione, con 64 premi: ai medagliati di Sidney e ad alcuni atleti disabili che parteciparono alle Paralimpiadi. Nel 2001 fu creato il titolo di 'Sportivo toscano dell'anno' ed il primo ad aggiudicarselo fu Franco Ballerini. Premi anche ad altri 35 atleti (tra i quali ancora una volta Fiona May oltre a Paolo Bettini e Fabrizio Mori).

 

Nel 2002 l'assegnazione venne fatta attraverso il sondaggio telefonico e a vincere fu il fiorettista pisano Simone Vanni davanti a Baldini, Bettini, Chiacig e Collina. Per la prima volta venne consegnato anche il premio 'Fair play' al capitano della Fiorentina Angelo Di Livio. 51 gli atleti premiati, tra i quali Mario Cipollini e Francesca Piccinini.

 

Nel 2003 il più votato fu l'allenatore del Siena Calcio Giuseppe Papadopulo, alle sue spalle Pettinari, Bianco, Pancani e Riganò. 76 in tutto le medaglie consegnate. Nel 2004 sfida tra gli olimpionici di Atene: primo Montano, seguito da Benelli, Bettini, Gigli, Vanni e Sanzo. 'Fair play' a Yuri Chechi, 92 in tutto le medaglie. Nel 2005, edizione numero 8, primo Cristiano Lucarelli. Sul podio anche Sanzo e Toni. A seguire l'allenatore Somma e la canoista fiorentina Stefania Cicali. 'Fair play' all'ex ct della Nazionale di ciclismo Alfredo Martini. 120 le medaglie consegnate. Nel 2006 largo ai giovani con la vittoria di Elena Gigli, portiere del Setterosa di pallanuoto. Secondo Andrea Baldini, terzo Alessandra Sensini e quarto Marcello Lippi. 'Fair play' a Paolo Bettini.

 

Nel 2008 (dopo lo stop del 2007) la decima edizione, con una formula rinnovata. I premi consegnati furono due: uno, deciso da una giuria composta da giornalisti sportivi, assegnato alla campionessa di marcia Milena Megli; l'altro, stabilito in base ai voti degli sportivi, al tecnico delle giovanili della Mens Sana Siena Lorenzo Bicchi. Nel 2009 primo posto per Luca Agamennoni, davanti a Daniele Bennati e Alessandra Sensini. A seguire Giulia Quintavalle, Sebastien Frey, Salvatore Sanzo e Simone Pianigiani. Premio speciale a Cesare Prandelli. I voti complessivi furono oltre 10 mila, i premi consegnati più di 160.

 

Dal 2010 la scelta del vincitore spetta a una commissione di giornalisti specializzati. Fiorentina prima su una rosa iniziale di 10 candidati, successivamente ridotta a 5. Gli altri quattro finalisti furono Leonard Bundu, Rinaldo Nocentini, Angelica Savrayuk e la squadra di rugby I Cavalieri Prato. Più di 100 i riconoscimenti. Nel 2011 il Pegaso è andato a Giulia Fornai, atleta grossetana campionessa europea juniores di pattinaggio artistico. Gli altri quattro finalisti: Niccolò Campriani, Claudio Stecchi, Edoardo Gori e Simone Faggioli. Nel 2012 è stata la volta della pluri scudettata Mens Sana Siena basket. Matteo Betti, Marta Pagnini e la Primavera della Fiorentina calcio gli altri finalisti. Nel 2013 Pegaso alla medaglia olimpica Luca Tesconi, ex-aequo per Sara Turrini e Tau Altopascio calcio. Nel 2014 l'ha spuntata l'atleta paralimpica, campionessa mondiale di dressage (equitazione), Sara Morganti, davanti al pugile fiorentino Fabio Turchi e alla squadra femminile del Circolo Tennis Prato. Nel 2015 il Pegaso va alle ragazze dell'Azzurra Volley San Casciano, Il Bisonte Firenze. Gli altri due premiati per secondo e terzo posto ex-aequo sono stati l'atleta paralimpico campione della canoa Pieralberto Buccoliero e la coppia campione della vela Ettore Botticini e Lorenzo Gennari.

 

Il 'Pegaso straordinario per lo sport'. É un premio istituito per meriti sportivi particolari, finora assegnato due volte: nel 2000 al team di Luna Rossa, vincitore della Louis Vuitton Cup e finalista in Coppa America, in virtù del fatto che la barca venne costruita in Maremma e per la presenza di molti toscani nell'equipaggio; e nel 2002 alla Ferrari, per il legame con la Toscana, dato che la scuderia di Maranello spesso prova i propri bolidi nel circuito del Mugello, di sua proprietà.

 

Quest'anno il "Premio speciale Pegaso per lo sport" è andato alla Fiorentina del 1955-56, quella del primo scudetto viola.

 

Albo d'oro

 

1996 medagliati toscani ad Atlanta '96

 

1998 nove atleti

 

2000 medagliati toscani a Sydney '00

 

2001 Franco Ballerini

 

2002 Simone Vanni ('Fair play'a Angelo Di Livio)

 

2003 Giuseppe Papadopulo ('Fair play' alla società di calcio Cappiano Romaiano)

 

2004 Aldo Montano ('Fair play' a Yuri Chechi)

 

2005 Cristiano Lucarelli ('Fair play' a Alfredo Martini)

 

2006 Elena Gigli ('Fair play' a Paolo Bettini)

 

2008 Elena Megli (premio giuria), Lorenzo Bicchi (premio web)

 

2009 Luca Agamennoni (Pegaso speciale a Cesare Prandelli)

 

2010 Acf Fiorentina (6 premi speciali)

 

2011 Giulia Fornai (6 premi speciali, 1 premio speciale alla memoria)

 

2012 Mens Sana Basket Siena

 

2013 Luca Tesconi

 

2014 Sara Morganti

 

2015 Azzurra Volley San Casciano Il Bisonte Firenze

 

2016 Costanza Bonaccorsi

 

 

 

 

 

I commenti sono chiusi