Periferika performing art place, regia di Giancarlo Cauteruccio al Tenax di Firenze

Periferika performing art place, regia di Giancarlo Cauteruccio al Tenax di Firenze

Al via giovedì 9 novembre Periferika performing art place, il Teatro Studio Krypton porta nella storica sede del nightclubbing toscano un progetto speciale che getta un ponte ideale tra centro storico e periferia. Tenax Via pratese 46, Firenze

Teatro Studio Krypton prosegue il progetto speciale “Drammaturgia dello  spazio / per un teatro dei luoghi”, inaugurato con successo nel mese di ottobre e apprezzato da 4000 spettatori in piazza SS. Annunziata a Firenze con l’opera di Teatro /architettura MUOVERE UN CIELO PIENO DI FIGURE VIVE.

La prosecuzione s’intitola PERIFERIKA PERFORMING ART PLACE e prenderà forma Giovedì 9, e successivamente giovedì 16 e giovedì 23 novembre, presso il Tenax: storica sede del nightclubbing toscano nonché luogo in cui Giancarlo Cauteruccio realizzò performance ed ospitò compagnie oggi punta di diamante della sperimentazione nazionale ed internazionale, tra cui Motus e Fanny & Alexander.

Il progetto getta un ponte ideale tra centro storico e periferia, incrocia produzione e laboratorio, ed è rivolto a giovani artisti, performer e studenti selezionati. Tre le performance site specific create in seno al laboratorio sotto la regia di Giancarlo Cauteruccio: LAPERCEZIONEDELNERO (giovedì 9 novembre),  LAVIBRAZIONEDELBIANCO (giovedì 16 novembre), LAPRESSIONEDELROSSO (giovedì 23 novembre).

Punto di partenza dei tre lavori i colori nero, bianco e rosso, il loro uso nell’arte ed il loro significato nel sociale. Il nero, che rinvia al no radicale, al lutto, a grandi quadri caravaggeschi ma irrimediabilmente alle  immagini dei migranti, al potere. Il bianco che rimanda alla idea di  purezza, agli stati allucinatori di Blanchot ,a Fontana, alla luce, ed infine il rosso, che sollecita visioni di sangue, passione, eros e immagini di lotte operaie contro il capitalismo, Rubens di Sansone e Dalila.

Le performance si alimenteranno di una colonna sonora affidata ad un giovane musicista diverso per ciascuna sera, con il coordinamento di Andrea Mi.

Le musiche, tutte originali, saranno eseguite da Brva, Lswr e Fricat dell’etichetta Wasbridge Council. Ad esibirsi nel corso del primo appuntamento sarà Brva: musicista cresciuto tra hip-hop, punk e avanguardie elettroniche, Brva è il filo invisibile che lega i sub della cultura clubbing, gli uptempo del suburbano di tutto il mondo e la melodia italiana.

L'articolo Periferika performing art place, regia di Giancarlo Cauteruccio al Tenax di Firenze proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi