Piano di sviluppo rurale, a settembre la presentazione a Bruxelles

FIRENZE – A Bruxelles a settembre per presentare il Piano di sviluppo rurale della Toscana, che per il periodo 2014-2020 potrà contare su un budget di 961 milioni di euro, per investimenti in produzioni di qualità, innovazione, tutela dell'ambiente e del paesaggio, promozione di energie rinnovabili. E' questo l'invito che il commissario europeo per le politiche agricole Phil Hogan ha rivolto al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, ieri sera al padiglione Europa dell'Expo di Milano.

L'incontro – benché avvenuto nell'ambito delle iniziative di Expo in programma nella prima domenica di vera estate – ha consentito uno scambio sui diversi temi che riguardano lo sviluppo rurale di una regione che peraltro Hogan conosce bene, perché è in Toscana che più volte ha trascorso i suoi periodi di ferie, apprezzandone le produzioni agroalimentari.

Tra i temi di particolare rilievo la questione del riconoscimento della DOP per il pane toscano, per cui si aspetta il parere di Bruxelles. A Hogan il presidente della Regione Toscana ha chiesto un impegno per la conclusione positiva dell'iter. "Per la Toscana – spiega il presidente - si tratta di un progetto strategico. In questi anni abbiamo lavorato con il Consorzio di promozione e tutela del Pane Toscano a lievitazione naturale, coinvolgendo università, ricercatori, agricoltori e imprenditori per valorizzare un prodotto che è tra i più tipici della tradizione alimentare e culturale toscana. Ma l'obiettivo – prosegue – è anche quello di sviluppare una filiera produttiva fondata sulla qualità e sul legame con il territorio".

I commenti sono chiusi