Piombino, bando per investimenti Pmi: c’è ancora tempo fino al 30 aprile

FIRENZE – Finanziamenti agevolati in favore delle Pmi. Ci sono ancora due settimane, fino alle ore 17 del prossimo 30 aprile, per presentare domanda da parte delle imprese dei territori dei comuni di Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto e San Vincenzo, per accedere al bando ‘Interventi di sostegno alle imprese dell'area di crisi di Piombino', grazie al quale si può usufruire di finanziamenti a tasso zero pari al 60-70% dell'investimento.

"Il bando – ha spiegato l'assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo – punta a favorire gli investimenti da parte di micro, piccole e medie imprese e, di conseguenza, a rilanciare l'occupazione in questa area di crisi. Rappresenta un ulteriore passo avanti nella realizzazione dell'accordo di programma del 2014".

Il bando, aperto lo scorso 7 marzo, è stato approvato e pubblicato dalla Regione nell'ambito del Par Fas 2007-2013, linea di intervento 1.6. A ‘Interventi di sostegno alle imprese', in attuazione dell'Accordo di programma sottoscritto il 24 aprile 2014 per la riqualificazione e la riconversione del polo industriale di Piombino.

Con il bando si concedono finanziamenti agevolati a tasso zero alle Pmi dell'industria, commercio, turismo e altri servizi, localizzate nei territori dei comuni di Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto e San Vincenzo, per realizzare un nuovo stabilimento, ampliarne uno esistente, diversificare o cambiare la produzione industriale. Ammesse le spese per terreni, impianti, macchinari e attrezzzature, edifici sia nuovi sia esistenti, opere murarie ed anche beni immateriali come brevetti e licenze. La dotazione finanziaria è di 8 milioni di euro.

Le domande possono essere presentate solo online su Toscana Muove

I commenti sono chiusi