Piombino, incontro per le imprese Serenissima e Cooplat che lavorano per Aferpi

FIRENZE - I problemi delle imprese Serenissima e Cooplat, addette al lavoro di mensa e pulizia per Aferpi, sono stati al centro dell'incontro con l'assessore al lavoro e il consigliere del presidente per il lavoro e le organizzazioni sindacali provinciali di categoria. Tema della riunione di oggi garantire ai lavoratori la continuità degli ammortizzatori sociali. L'assessore regionale ha informato di un nuovo intervento della Regione presso ministero del Lavoro e dello Sviluppo economico per superare l'interpretazione attuale che  svincola e rende più limitato anche nel tempo l'uso degli ammortizzatori da parte delle imprese dell'indotto rispetto a quelli delle imprese committenti.

Per questo motivo la Regione ha deciso di chiedere al governo di rivedere l'interpretazione, anche alla luce della scadenza dei termini della Cassa integrazione per i lavoratori di Aferpi.
Nel frattempo, in attesa del pronunciamento dei due ministeri, la Regione ha concordato con i sindacati la possibilità di richiedere la cassa integrazione per area di crisi complessa per i 60 lavoratori delle due cooperative.

I commenti sono chiusi