Pisa: innalzate misure di sicurezza dopo l’attentato in Spagna

Pisa: innalzate misure di sicurezza dopo l’attentato in Spagna

Nuovi blocchi stradali lungo l’asse pedonale del centro storico per impedire l’accesso di veicoli e pattuglie di soldati dell’esercito sul litorale per garantire la sicurezza dei villeggianti.

Lo ha deciso la prefettura di Pisa dopo una riunione tecnica di coordinamento con le forze
dell’ordine convocata oggi d’urgenza dopo l’attentato di Barcellona e presieduta dal viceprefetto vicario Valerio Massimo Romeo.
“L’installazione di ostacoli permanenti all’accesso veicolare – spiega una nota della prefettura – saranno collocati in piazza XX Settembre (dove ha sede il Comune), Piazza Garibaldi (lato sud), Corso Italia (lato Piazza Vittorio Emanuele), Logge de’
Banchi (lato sud), Via Santa Maria lato sud(Piazza Cavallotti)”.
Il dispositivo anti terrorismo della città, precisa la prefettura, può già contare “su 56 militari dell’esercito, oltre al nucleo antiterrorismo dei carabinieri che opera nei siti
ritenuti maggiormente vulnerabili, mentre quattro pattuglie della polizia, 4 dei carabinieri e 2 della Guardia di Finanza andranno ad intensificare i servizi di vigilanza con azioni
dedicate e volte a privilegiare i servizi di prevenzione al terrorismo, anche con il supporto della Polizia Municipale di Pisa”. Infine è stato deciso l’impiego di militari dell’Esercito
“sul litorale pisano che opereranno con controlli dinamici su tutto il territorio e andranno ad affiancare i servizi di vigilanza già attuati sul litorale da polizia, carabinieri,
Guardia di finanza e polizia municipale”.

 

L'articolo Pisa: innalzate misure di sicurezza dopo l’attentato in Spagna proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi