Pisa, lo Scolmatore d’Arno verrà realizzato dalla Regione

FIRENZE - Sarà la Regione - e non più la Provincia di Pisa - il soggetto attuatore del primo stralcio funzionale dell'adeguamento idraulico del Canale Scolmatore d'Arno, intervento finalizzato al ripristino della funzionalità del canale stesso e alla realizzazione della foce armata.

Il passaggio, ai sensi della legge regionale 22/2015, si rende necessario dopo che la Provincia di Pisa, aggiudicataria della realizzazione del primo lotto del primo stralcio, si è dimostrata favorevole all'ipotesi che la Regione riprenda l'opera a suo carico.

"Il passaggio alla Regione – spiega il presidente Enrico Rossi – consentirà di dare l'avvio ai lavori in tempi rapidi. La Regione subentrerà alla Provincia come nuovo soggetto attuatore e nominerà un commissario ad acta, grazie al quale potrà recuperare le risorse, in tutto 12 milioni di euro, già impegnate a suo tempo per questo intervento".

L'intervento
La realizzazione del primo lotto del primo stralcio dell'intervento comprende la realizzazione di due moli di protezione a mare, il dragaggio interno agli stessi e il ripascimento del litorale nord per un costo complessivo di 15 milioni di euro così ripartiti:

  • euro 3.000.000 a carico dell'Autorità Portuale di Livorno;
  • euro 5.000.000 a carico del settore regionale "Programmazione porti commerciali, interporti e porti e approdi turistici";
  • euro 7.000.000 a carico del settore regionale "Difesa del Suolo" che ha poi impegnato a favore della Provincia di Pisa, che aveva il compito di:
    • ripristinare le caratteristiche di funzionalità del Canale Scolmatore, riducendo il rischio di insufficienza funzionale del medesimo e contribuendo a ridurre il rischio idraulico dei territori interessati;
    • realizzare la sistemazione della foce, rimuovendo la barra di foce attualmente presente e realizzando una foce armata;
    • rimuovere le situazioni di emergenza relative all'interramento del porto di Livorno connesse al canale Scolmatore.

La storia
L'11 gennaio 2007 è stato sottoscritto un accordo per la progettazione dello sviluppo dell'area costiera Pisa – Livorno e tale accordo prevede che la realizzazione dei progetti possa avvenire anche per stralci funzionali.

Nel 2012, un decreto del presidente della Giunta ha approvato il nuovo Accordo di Programma per la realizzazione del primo stralcio funzionale del progetto preliminare denominato "Adeguamento idraulico del Canale Scolmatore d'Arno" finalizzato al ripristino della funzionalità del canale e alla realizzazione della foce armata.

L'accordo è stato sottoscritto l'11 novembre del 2012 tra Regione Toscana, Autorità di Bacino del fiume Arno, Provincia di Livorno, Provincia di Pisa, Comune di Collesalvetti, Comune di Livorno, Comune di Pisa, Ente Parco Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli, Camera di Commercio di Livorno, Camera di Commercio di Pisa, Autorità Portuale di Livorno e Interporto Amerigo Vespucci, per un costo complessivo stimato di circa 51 milioni di euro.


 

I commenti sono chiusi