Pisa: scontro Comune- Aeroporto per scalo bus

Pisa: scontro Comune- Aeroporto per scalo bus

Giornata di caos e polemiche oggi a Pisa per l’entrata in vigore dell’ordinanza del Comune di Pisa che impone il divieto ai bus che effettuano il trasporto passeggeri da Firenze a Pisa di scaricarli nel piazzale antistante l’aeroporto pisano.

Già dalla mattinata ci sono state tensioni perché gli autisti non sapevano come comportarsi, mentre nel pomeriggio Toscana Aeroporti ha accusato il Comune di essere “nemico dello sviluppo” e ha ottenuto un incontro urgente con il prefetto. Nelle scorse settimane la società di gestione aveva impugnato davanti al Tar e al Consiglio di Stato l’ordinanza del Comune che impone da oggi il trasferimento dei pullman al parcheggio scambiatore del Pisamover, la metropolitana di superficie che collega l’aeroporto alla stazione ferroviaria: in entrambi i casi la richiesta di sospensiva è stata respinta e solo a giugno i giudici amministrativi si pronunceranno nel merito.
“L’amministrazione – ha spiegato il vicepresidente di Toscana Aeroporti, Roberto Naldi – ha rifiutato tutte le nostre proposte per trovare soluzioni alternative. Questo provvedimento non ci permette di assicurare standard adeguati ai nostri utenti e questo rischia di frenare drammaticamente lo sviluppo del ‘Galilei’. Con questi atti il Comune è l’unico nemico dello sviluppo e nei mesi scorsi ha rifiutato anche la nostra proposta di acquistare titoli di viaggio del Pisamover fino a un milione di euro”.

L'articolo Pisa: scontro Comune- Aeroporto per scalo bus proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi