Più sicurezza sul lavoro nella logistica, sindacati chiedono sostegno della Regione

 
FIRENZE - I diritti dei lavoratori della logistica sono stati al centro dell'incontro che si è tenuto questa mattina in Regione tra  il consigliere del presidente Enrico Rossi per le questioni del lavoro, Gianfranco Simoncini, e i delegati di Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti. L'argomento è stato discusso a tutto tondo, dai ritmi di lavoro dei corrieri, sempre più frenetici, alla garanzia del posto di lavoro nei passaggi di appalto e di impresa, alla necessità di monitorare gli impatti dell'evoluzione dell'e-commerce sui lavoratori del settore.
 
I sindacati hanno sottolineato che siamo di fronte ad un settore in crescita con circa 2000 lavoratori che operano nel campo della logistica, delle consegne a domicilio e dell'e-commerce. Si tratta  con una forte presenza di multinazionali e ritmi sempre più serrati. Filt, Fit e Uil Trasporti hanno spiegato di aver presentato una piattaforma comune per nuove regole da inserire nei contratti d'appalto e modalità di lavoro che tengano più conto delle esigenze del lavoratore. Hanno inoltre chiesto la collaborazione della Regione per coinvolgere tutti i soggetti, pubblici e privati, che operano nel settore.
 
Simoncini ha ricordato che molte delle questioni legate a questo tema non sono di competenza regionale, ma attengono alle norme sulla concorrenza e sugli appalti, tuttavia ha confermato la disponibilità della Toscana a lavorare per un protocollo Regione-sindacati finalizzato ad avere un maggior controllo sulla situazione ed a promuovere maggiore sicurezza per i lavoratori.
L'incontro si è concluso con l'impegno a rivedersi entro un mese per una nuova riunione durante la quale saranno analizzate proposte concrete sul tema elaborate dai sindacati.

I commenti sono chiusi