Ponte sul Paglia, nessuna ‘inadempienza’ da parte della Provincia

FIRENZE - La ricostruzione del ponte sul fiume Paglia ha bisogno dell'impegno di tutti e non di strumentalizzazioni. Per evitare incomprensioni tra enti, l'assessorato regionale ai trasporti precisa che la risposta tecnica fornita dalla Regione al Comune di Abbadia San Salvatore, relativamente all'impossibilità di applicare per la ricostruzione del ponte le procedure in deroga previste per i casi di somma urgenza, non conteneva alcun atto di accusa nei confronti della Provincia di Siena.

La risposta fornita dall'assessorato si limitava a registrare un fatto oggettivo, cioè l'impossibilità di procedere con la deroga per i casi di emergenza dato che l'opera non era tra quelle elencate relativamente alla calamità naturale del novembre 2012.

La Provincia di Siena, anche volendo, non avrebbe potuto inserire il danno subito dal ponte in una procedura emergenziale in quanto nel momento in cui si sono manifestate le crettature (2014) non era stato dichiarato in quell'area nessuno stato di emergenza regionale.

L'invito della Regione, adesso, è quello a procedere tutti insieme rispettando i tempi e i passaggi previsti nel cronoprogramma concordato nel luglio scorso.

I commenti sono chiusi