Progetto dell’Università di Firenze per eliminare gas discarica

Progetto dell’Università di Firenze per eliminare gas discarica

Due anni e mezzo di studi serviranno da base alla stesura delle linee guida regionali per la gestione dei gas di discarica per la riduzione dell’inquinamento e dei cattivi odori degli impianti.

Un lavoro, è stato spiegato, che potrà incidere anche sulla modifica della normativa nazionale e comunitaria. E’ quanto emerso stamani a palazzo Bastogi nel corso del workshop sul progetto ‘Life Re Mida’ riguardante la gestione dei gas, ideato nel 2016 dal Dipartimento di Ingegneria industriale dell’università di Firenze.

Come spiegato in una nota, il progetto, finanziato dalla Commissione europea con il partenariato della Regione Toscana, ha dato ottimi risultati riuscendo a eliminare sia i gas inquinanti sia gli odori che fuoriescono dalle discariche esaurite.
Per far questo sono stati costruiti impianti di filtraggio in due discariche toscane, quella di Podere il Pero (Castiglion Fibocchi, Arezzo) e quella de Le Fornaci di Monticiano (Siena), risultati efficaci nell’eliminazione del gas di discarica che non può essere utilizzato o smaltito in altre maniere.
“L’obiettivo – ha spiegato Renata Caselli, dirigente del settore energia e inquinamenti della Regione Toscana – è di promuovere l’utilizzo della tecnologia qui sperimentata e valutare la possibilità di intervenire con una modifica o interpretazione della normativa nazionale e comunitaria per garantire uniformità di comportamenti in campo nazionale”.

L'articolo Progetto dell’Università di Firenze per eliminare gas discarica proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi