Progetto Galileo: presto l’accordo tra Regione e Mise

FIRENZE – La Giunta regionale ha approvato lo schema di Accordo di programma per l'attuazione del Progetto Galileo, che riguarda il cofinanziamento delle prime tre linee di ricerca e sviluppo presentate da GE Oil & Gas Nuovo Pignone, società del gruppo General Electric. Si tratta di tre progetti destinati allo sviluppo di nuove turbine a gas e compressori centrifughi e relative tecnologie abilitanti.

L'Accordo di programma, che costituisce un primo via libera alla loro realizzazione, sarà firmato a breve tra Regione Toscana e Ministero per lo sviluppo economico, che forniranno al Nuovo Pignone agevolazioni per un totale di 38,4 milioni di euro, 24 a carico del Mise e 14,4 della Regione.

"Galileo" porterà investimenti in ricerca e sviluppo, in innovazione, in formazione e sarà in grado di coinvolgere sia il settore pubblico, che quello privato, con benefici in termini di innovazione e produttività sia per il mondo della ricerca, che per le realtà imprenditoriali locali.

I tre progetti di GE Oil & Gas rappresentano il più grosso finanziamento per ricerca e sviluppo erogato dal Mise insieme ad una Regione nel corso del 2016, già in linea con gli orientamenti introdotti dal piano nazionale per industria 4.0.

L'Accordo di programma che si andrà a sottoscrivere rappresenta quindi un'iniezione di fiducia nelle capacità di sviluppo tecnologico di GE Oil & Gas Nuovo Pignone e un segnale di fiducia da parte di uno dei principali investitori esteri in Italia sulla qualità del sistema di ricerca, delle competenze interne e del grado di specializzazione delle piccole e medie imprese presenti in Toscana.

I commenti sono chiusi