“Progetto Valentina”, Saccardi: “Da problema individuale a servizio importante per i malati oncologici”

FIRENZE - "Una bella collaborazione di tanti attori dove ciascuno ha messo un pezzetto a partire dall'idea solidale e generosa di una donna, Valentina Pezzini Pallavicino, che con la Lilt ha trasformato un problema individuale in un progetto a favore degli altri, e in particolare dei pazienti oncologici".

Così l'assessore a sociale e diritto alla salute Stefania Saccardi ha presentato oggi il "Progetto Valentina": grazie ai fondi raccolti da Valentina in occasione del suo 50esimo compleanno sotto forma di donazione alla Lilt, verranno ora coperte in misura dell'80% le spese di trasporto per raggiungere il reparto di radioterapia dell'ospedale di ponte di Ponte a Niccheri da parte di pazienti in difficoltà economiche, ma non rientranti nella fascia coperta dal "trasporto sociale". I pazienti idonei a ottenere il rimborso saranno segnalati peraltro dal personale medico dello stesso reparto radioterapico di Ponte a Niccheri.

Alla presentazione sono intervenuti con Stefania Saccardi anche Sara Funaro, assessore al sociale del Comune di Firenze, Valentina Pezzini ("un'idea – ha detto - nata istintivamente quando ho compiuto 50 anni, per restituire almeno un po' di quanto ho ricevuto dopo la malattia che mi ha colpito anni fa"), e il presidente della Lilt Firenze Alexander Peirano, che ha dichiarato l'impegno dell'associazione "per trovare ulteriori fondi per rendere stabile il progetto Valentina e ampliare gli ospedali coinvolti".

"Un progetto molto bello – ha detto ancora Saccardi - che ha messo insieme la generosità di una persona e dei suoi amici, la Lilt che ha pensato il progetto, noi istituzioni che abbiamo dato mano a confezionarlo, e anche la cooperativa di tassisti So.co.ta che ha aggiunto un altro pezzetto, concedendo il 10 per cento di sconto a chi userà il taxi per andare all'ospedale Santa Maria Annunziata. Una bella dimostrazione dei risultati raggiungibili a livello di servizi di interesse collettivo, aggregando le forze dei vari soggetti, e dando come in questo caso a chi si imbatte nella malattia oncologica una risposta importante, a cui cercheremo di dare continuità".

"L'iniziativa presentata oggi dimostra ancora una volta il grande cuore e il profondo spirito di solidarietà dei fiorentini, sempre pronti a dare una mano a chi ha bisogno - ha detto l'assessore Sara Funaro - La storia di Valentina e il suo bel gesto verso chi è meno fortunato, e oltre alla malattia si trova ad affrontare difficoltà economiche, è da prendere come esempio. Grazie a donazioni come la sua, la Lilt continua e amplia il suo impegno in prima linea al fianco dei malati oncologici più deboli, offrendo sostegno e servizi di qualità e contribuendo in questo caso specifico alle spese di trasporto delle persone sole e in difficoltà. La risposta importante data oggi dalla collaborazione tra Valentina, Lilt, Comune, Regione e tassisti della So.co.ta deve segnare l'inizio di un persorso più lungo e costruttivo".

I commenti sono chiusi