Proposta incentivi per rottamazione camper, Ciuoffo: “Benefici per economia e ambiente”

FIRENZE – Un appello al governo e al Parlamento affinchè inserisca nella prossima Legge di Stabilità la proposta lanciata dalla senatrice del Pd Daniela Valentini per incentivare la rottamazione di autocaravan. Lo rivolge l'assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo il quale valuta positivamente l'iniziativa "considerati il peso di questo comparto, e relativo indotto, per la Toscana, ed benefici per l'ambiente che ne deriverebbero".

L'incentivo alla rottamazione 2015-2016 sulle autocaravan classi Euro 0 e Euro 1, con modalità di erogazione da valutare, consisterebbe in un contributo governativo pari a 8mila euro per veicolo, al quale aggiungere un contributo erogato dai rivenditori e aziende produttrici. Secondo APC, l'Associazione Produttori Caravan e Camper, i rivenditori registrano una percentuale di ritiro dell'usato dell'80% rispetto alla vendita del nuovo, dato che equivale, su un immatricolato di circa 4.000 veicoli/anno nuovi, a 3.200 veicoli. Di questi, si stima che il 15% possieda un valore commerciale inferiore a 10.000€ perché troppo vetusti e non remunerativi per la garanzia di un anno dovuta per legge.

La proposta è stata presentata a Roma la scorsa settimana e prende le mosse dalla necessità di dare sostegno ad un settore che in Italia, dopo vari anni di stagnazione, ha mostrato segnali incoraggianti di ripresa con una crescita (confrontando il I semestre 2015 con quello 2014) delle immatricolazioni (+10,2%) ed un vero e proprio boom dell'export (dal 74% sul fatturato nel 2012 all'83% nel 2014). Senza contare, per quanto riguarda i benefici in termini di impatto ambientale, l'anzianità del parco circolante, tra i più vetusti d'Europa secondo i dati ACI: i veicoli Euro 0 e Euro 1 in Italia, quelli cioè immatricolati fino al 1999, sono quasi 80mila, pari al 37,5% di quelli circolanti.

I commenti sono chiusi