Pulzeta, Regione segnalerà il caso a Procura e organi di controllo

FIRENZE – La Regione invierà una segnalazione sul caso delle aziende Metalucido (poi posta in liquidazione) e Pulzeta, alla Procura della Repubblica e agli organi ispettivi (Asl, Ispettorato del lavoro, Inps) incaricati di verificare le condizioni di  lavoro, per gli eventuali controlli.

E' quanto emerso nel corso dell'incontro svoltosi oggi presso la Presidenza della Regione, convocato dal consigliere per il lavoro Gianfranco Simoncini su richiesta delle organizzazioni sindacali, sulla vicenda dei 15 lavoratori licenziati.
I lavoratori, tutti di nazionalità senegalese, hanno denunciato l'interruzione del rapporto di lavoro da parte della proprietà dell'azienda e un uso non corretto del contratto.
Pulzeta (prima di questa Metalucido), conta in tutto 120 addetti, è uno stabilimento nel Comune di Calenzano specializzato nella pulimentatura di accessori metallici per il settore moda.

All'incontro hanno partecipato, oltre a Simoncini, il sindaco di Calenzano Alessio Biagioli, la Fiom e la Cgil provinciali, la Comunità segenalese e il console onorario del Senegal. 
  
Dopo aver preso atto delle informazioni, Simoncini ha comunicato la solidarietà del presidente Rossi ai lavoratori coinvolti e l'auspicio di una rapida soluzione della procedura avviata dai sindacati presso il giudice del lavoro, ricordando altresì l'impegno della Regione per la sicurezza e il contrasto ai rapporti di lavoro irregolari.    

I commenti sono chiusi