Qualità delle acque, in Versilia parte una nuova sperimentazione

FIRENZE - Come richiesto dal Comune di Camaiore si è tenuta nel pomeriggio di ieri, mercoledì 6 aprile, la seduta del Collegio di vigilanza sull'applicazione dell'Accordo di programma per la tutela delle foci fluviali e delle acque marino-costiere della riviera apuo-versiliese.

All'ordine del giorno la proposta di interrompere i rapporti con l'azienda tedesca, titolare del brevetto sulla ionizzazione, e di passare alla progettazione della sperimentazione dell'abbattimento della carica batterica delle acque tramite l'impiego dell'acido peracetico, come contenuto nel documento dell'Università di Pisa all'origine delle prospettive indicate dall'accordo di programma.

Il collegio, presieduto dalla Regione Toscana, al quale hanno partecipato tutti i rappresentanti dei Comuni della Versilia e della Riviera Apuana, ha fatto propria la proposta d'interruzione dei rapporti con la ditta tedesca attraverso il Comune di Camaiore ed ha deciso all'unanimità l'avvio della sperimentazione dell'acido peracetico, secondo modalità e tempistiche che saranno indicate dagli enti competenti, in primis Arpat, e dagli incaricati della progettazione, seguiti dal Responsabile unico del procedimento.

Nell'occasione si è deciso di convocare per gli inizi del mese di maggio una nuova riunione nella quale approfondire le tempistiche di attuazione dell'accordo di programma da parte di Gaia che, in riunione, ha già prodotto un primo report sullo stato di avanzamento dei propri obblighi di investimento, adesso in visione agli amministratori e agli uffici regionali.

Secondo le tempistiche tecnico-amministrative, indicate dall'ingegner Filippo Bianchi, il progetto definitivo - già in corso di redazione - dovrà essere predisposto e compiuto per i primi giorni del mese di maggio in modo da essere sottoposto alla competente conferenza dei servizi nel corso dello stesso mese.

L'impegno della Regione, dei Comuni tutti e degli altri enti è di operare in tempi celeri per salvaguardare la stagione di balneazione del 2016.

I commenti sono chiusi