Raffica di Scippi a Firenze

Raffica di Scippi a Firenze

Una giovane di 26 anni, aggredita a Firenze mentre transitava in bicicletta in via dello Steccuto, zona Rifredi, ha reagito a uno scippatore arrivato a bordo di uno scooter e così ha salvato la borsa.

Tra i due c’è stata una colluttazione, poi nel tentativo di contrastarlo la giovane è
caduta e ha subito varie ferite e escoriazioni a braccia e gambe. Secondo quanto ricostruito dal 113 della polizia di Stato, il malvivente è riuscito a rapinarle dal cestino della
bici un sacchetto, contenente sigarette e trucchi, ma non la borsa con soldi e documenti, adagiata anch’essa nello stesso portaoggetti. Due testimoni di 29 e 53 anni hanno assistito alla scena da una certa distanza, ma non sono potuti intervenire. In base alle descrizioni, lo scippatore – che aveva il capo coperto dal casco – ha affiancato la giovane donna in bicicletta frenando di colpo lo scooter per aggredirla di sorpresa.

Oggi altri vari scippi  contro donne che transitano in strada. I ‘colpi’ sono stati denunciati alla polizia intervenuta col 113.
In due casi hanno agito malviventi a piedi, che hanno seguito le vittime mentre rincasavano e strappato loro catene di valore dal collo. Uno di questi scippi c’è stato ieri mattina in via
Bisenzio dove un’anziana di 78 anni è stata affrontata mentre tornava in casa da uno sconosciuto. L’uomo, descritto come un sudamericano, di carnagione olivastra, le ha portato via una catena d’oro dal collo. Un testimone ha visto la scena. Altro
scippo simile in via della Fonderia, ieri pomeriggio: vittima una donna di 63 anni. Anche a lei un uomo, descritto dalla stessa vittima come un giovane sui 25 anni  ha strappato la collana, un monile d’oro del valore di 200 euro. La 63/enne ha raccontato agli agenti del 113 che lo scippatore l’aveva osservata a lungo mentre lei attendeva l’autobus alla fermata di lungarno Soderini. Poiché il mezzo pubblico tardava, la 63/enne aveva deciso di incamminarsi alla fermata successiva. Qualche centinaio di metri dopo il malvivente, che l’aveva seguita per un bel tratto, l’ha aggredita.

L'articolo Raffica di Scippi a Firenze proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi