Reinserimento lavorativo dei detenuti in Toscana, il 29 gennaio l’accordo tra Regione, Arti e Prap

FIRENZE – Sarà firmato a Palazzo Strozzi Sacrati martedì 29 gennaio, ore 12.30, l'accordo sul reinserimento socio-lavorativo dei detenuti delle carceri toscane tra la Regione Toscana, l'Agenzia regionale per l'impiego od Arti e il Provveditorato per la Toscana e l'Umbria dell'Amministrazione penitenziaria del Ministero della Giustizia o Prap. Si tratta, per l'esattezza, di un'intesa per la sperimentazione dei servizi di individuazione, validazione e certificazione delle competenze a favore di coloro che sono reclusi nel sistema carcerario della Toscana.

L'intesa sarà sottoscritta dall'assessore a Lavoro, formazione ed istruzione Cristina Grieco per la Regione, dalla direttrice Simonetta Cannoni per l'agenzia Arti e dal provveditore Antonio Fullone per l'Amministrazione penitenziaria.

L'accordo ha lo scopo di valorizzare le competenze formali, non formali ed informali dei detenuti, acquisite precedentemente o durante la reclusione, al fine di facilitare il loro reinserimento socio-lavorativo.

 

 

I commenti sono chiusi