Rifiuti, Fratoni replica a Ghinelli: “Non conosce l’ordinanza, lavori piuttosto per la differenziata”

FIRENZE - "Ho stima del sindaco Ghinelli, ma in questo caso devo pensare che non abbia letto l'ordinanza di cui parla. E allora glielo dico io: nel provvedimento firmato il 2 luglio dal presidente Rossi non si prevede alcun flusso di rifiuti dall'Ato Centro verso sud".

L'assessore all'ambiente Federica Fratoni replica cosi alle posizioni espresse oggi dal primo cittadino di Arezzo sulla gestione dei rifiuti in Toscana.

"Aggiungo poi – prosegue – che lo stesso sindaco dovrebbe ben conoscere come le leggi dello Stato prevedono, per tutti, il rispetto di un'ordinanza, emessa oltretutto dopo consultazioni con l'Ato, pena la violazione di norme che hanno rilevanza penale. Verrebbe da dire – dice ancora Fratoni – che questa volta, forse per un eccesso di protagonismo politico, si è voluto calciare forte verso la porta della Regione, ma non avendo preso bene la mira, il pallone è finito parecchio fuori".

"Quello che semmai ci riserviamo di valutare – continua Fratoni – sono le iniziative che la Regione dovrà prendere di fronte alla realtà di un Ambito territoriale che da troppo anni non cresce nella raccolta differenziata. Ricordo al sindaco Ghinelli che l'obiettivo fissato dal Piano regionale dei rifiuti per la raccolta differenziata è di raggiungere il 70 per cento nel 2020 e vorrei farlo riflettere sul fatto che la media attuale dell'Ato Sud è un imbarazzante 38 per cento, a fronte di un dato regionale, pur non soddisfacente, superiore al 50 per cento, sul quale il dato del Sud incide pesantemente".

"Chiederemo nei prossimi giorni all'Ato Sud quali iniziative intenda prendere per raggiungere gli obiettivi del Piano. Ricordo che la Regione ha messo ha disposizione, per l'Ato Sud, 6 milioni di euro per incrementare la raccolta differenziata. Il mio invito è che questi soldi vengano spesi presto e bene. Aspettiamo i progetti – conclude -, questa volta la Regione si limita a dare buoni consiglio. Mi auguro che non ci sia bisogno di ordinanze".

I commenti sono chiusi