Rigenerazione spazi urbani Comuni 10-50mila abitanti, proroga bando fino al 30 agosto

FIRENZE – Potranno essere presentate fino al prossimo 30 agosto le domande per progetti di investimento di qualificazione e valorizzazione dei luoghi del commercio e di rigenerazione degli spazi urbani previste dal bando aperto lo scorso 24 giugno.

Il decreto che concede la proroga, rispetto alla scadenza prevista inizialmente per il 2 agosto, sarà firmato in queste ore. "Abbiamo deciso di dare una proroga - spiega l'assessore regionale alle attività produttive e al commercio Stefano Ciuoffo - per assecondare le richieste pervenute. Ma anche per concedere più di tempo per presentare le domande con i propri progetti ai comuni che hanno avuto un cambio di amministrazione a seguito delle scorse elezioni. Poichè avranno priorità i progetti che entro il 31/12/2019 saranno in grado di assicurare l'esecuzione di almeno il 55% dei lavori e, in seconda battuta, quelli che entro il 31/12/2019 sono in grado di completare l'affidamento dei lavori, invito le amministrazioni comunali a a cogliere l'occasione e a mettersi subito al lavoro. I bandi precedenti – ha concluso Ciuoffo - hanno ottenuto buoni risultati e questo ci spinge a potenziare iniziative analoghe: vogliamo sostenere il settore del commercio facendo leva anche sulla qualificazione e valorizzazione dei luoghi dove si svolge, cercando di porre rimedio a situazioni di degrado o di rarefazione commerciale o demografica".

Il bando ha una dotazione finanziaria di 300 mila euro per l'anno in corso e di altri 300 mila euro per il 2020. Beneficiari sono i comuni del territorio regionale con popolazione compresa fra 10 mila e 50 mila abitanti (dati al 31/12/2018) e non classificati come Aree Interne per non sovrapporre questo intervento con quelli che, nel corso del 2019, la Regione prevede di attuare in modo specifico per i comuni che si trovano in queste zone, attraverso stanziamenti per l'assetto del territorio e le politiche abitative. La misura serve ai comuni che intendono avviare programmi di qualificazione della rete commerciale, incentivare iniziative che prevedano il riutilizzo di fondi commerciali rimasti vuoti, individuare azioni a favore dei Centri Commerciali Naturali.

Saranno inoltre ammissibili progetti che puntano al recupero di spazi urbani o di immobili pubblici, in virtù del particolare pregio della zona in cui si trovano o in considerazione di particolari situazioni di degrado, anche collegate alla sicurezza urbana o di criticità economica, demografica, di desertificazione commerciale.

L'agevolazione concessa non potrà essere inferiore a 10 mila euro e superiore a 40 mila euro, ovvero dell'80% dei massimali di investimento ammissibili.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente online attraverso la piattaforma del soggetto gestore, Sviluppo Toscana. Nella settimana di Ferragosto gli uffici di Sviluppo Toscana saranno chiusi quindi non sarà possibile ricevere assistenza.

Per info https://www.sviluppo.toscana.it/spaziurbani

I commenti sono chiusi