Rimateria, la Regione coerente con il pronunciamento della magistratura

FIRENZE – Abbiamo appreso da articoli di stampa di un decreto regionale con il quale si dispone la sospensione dei conferimenti nella discarica di Rimateria a Piombino, a seguito del provvedimento di sequestro del marzo scorso.

Dalla Regione si ritiene opportuno chiarire che, venuti a conoscenza del provvedimento di dissequestro disposto dall’autorità giudiziaria in concomitanza al provvedimento amministrativo di competenza regionale, si è provveduto a rettificare quest’ultimo rendendolo assolutamente congruente con il provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Il decreto di rettifica deve tuttavia essere inserito in procedura a seguito della pubblicazione del primo. I due atti invece, verranno notificati contemporaneamente all’azienda Rimateria. Il decreto riportato nell’articolo non è pertanto efficace e non viene disposto alcun blocco ai conferimenti che potranno riprendere così come indicato dall’atto di dissequestro.

L’assessore Fratoni nel dirsi dispiaciuta per tale anticipazione parziale e non rispondente alla realtà dei fatti, ha ricordato che l’azione della Regione è stata di totale adesione all’attività dell’autorità giudiziaria e della polizia giudiziaria con le quali la Regione ha costantemente collaborato.

I commenti sono chiusi

Rimateria, la Regione coerente con il pronunciamento della magistratura

FIRENZE - Abbiamo appreso da articoli di stampa di un decreto regionale con il quale si dispone la sospensione dei conferimenti nella discarica di Rimateria a Piombino, a seguito del provvedimento di sequestro del marzo scorso.

Dalla Regione si ritiene opportuno chiarire che, venuti a conoscenza del provvedimento di dissequestro disposto dall'autorità giudiziaria in concomitanza al provvedimento amministrativo di competenza regionale, si è provveduto a rettificare quest'ultimo rendendolo assolutamente congruente con il provvedimento dell'autorità giudiziaria.

Il decreto di rettifica deve tuttavia essere inserito in procedura a seguito della pubblicazione del primo. I due atti invece, verranno notificati contemporaneamente all'azienda Rimateria. Il decreto riportato nell'articolo non è pertanto efficace e non viene disposto alcun blocco ai conferimenti che potranno riprendere così come indicato dall'atto di dissequestro.

L'assessore Fratoni nel dirsi dispiaciuta per tale anticipazione parziale e non rispondente alla realtà dei fatti, ha ricordato che l'azione della Regione è stata di totale adesione all'attività dell'autorità giudiziaria e della polizia giudiziaria con le quali la Regione ha costantemente collaborato.

I commenti sono chiusi