Roghi in Toscana, sei incendi scoppiati nel corso della mattina

Foto di repertorio
Foto di repertorio

FIRENZE. Domenica di fuoco oggi in Toscana, con tre incendi boschivi scoppiati nel corso della mattina, in meno di un'ora e mezzo, all'isola dell'Elba e a Manciano in provincia di Grosseto, a cui se ne sono aggiunti subito dopo un terzo a Viareggio ed altri due ad Orbetello. La Sala operativa antincendi boschivi della Regione è impegnata a coordinare i vari fronti di intervento, assieme ai vigili del fuoco e alle squadre dei volontari e dei Comuni. Sono già partiti gli elicotteri: sette dei dieci mezzi in forza alla Regione si sono alzati in volo.  E' stato chiesto anche l'intervento degli aerei Canadair nazionali. Certo il vento che soffia forte un po' ovunque sulla regione non sta aiutando le operazioni di spegnimento.   

Il primo incendio a divampare è stato quello sul Monte Calamita nel comune di Capoliveri all'Elba. Erano le 9.40 quando è stato dato l'allarme.  Quaranta minuti dopo, alle 10.20, è stata la volta di Chiesa Aiale e Chiessi, tra Marciana e Campo nell'Elba. Un incendo ad est e l'altro ad ovest dell'isola. Quattro elicotterii sono impegnati sui due fronti, con volontari delle associazioni del coordinamento toscano ed operai forestali a cercare di domare le fiamme. Altre squadre stanno arrivando in soccorso dalla terraferma, con imbarco prioritario. 

Attorno alle 11 un nuovo rogo si è sviluppato a Poggio Murella nel comune di Manciano. Anche in questo caso è partito un elicottero del servizio antincendio della Regione, il cui intervento non è stato agevolato purtroppo dal vento.  Nel frattempo un incendio è stato segnalato, alle 11.30, anche in pineta a Viareggio ed altri due fuochi sono divampati nel comune di Orbetello: in località La Parrina e ad Ansedonia. Dei due il più importante è il secondo.  Elicotteri regionali stanno operando anche su questi incendi.

Ieri c'era stato invece un rogo a Principina a Mare, di nuovo in provincia di Grosseto. Le fiamme hanno attaccato prima un vivaio e poi la pineta. Le squadre regionali sono intervenute per domare le fiamme ed hanno concluso durante la notte la bonifica. Diversi gli ettari di pineta e di sterpaglie andate in fumo. Sul posto, oltre a due canadair e a cinque elicotteri, è intervenuto anche un mezzo dell'aeronautica militare di stanza all'aeroporto di Grosseto.

Il periodo che va dal 1 luglio fino al 31 agosto è quello a più elevato rischio di incendi. In questi due mesi, vige il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali. La Regione invita i cittadini alla massima attenzione, ricordando che la maggioranza degli incendi boschivi è causata da mano umana, per comportamenti superficiali o dolosi. In caso di avvistamento di incendio, tutti sono invitati a segnalarlo tempestivamente telefonando all'800425425  (numero verde della Sala operativa regionale), al 1515 (Corpo Forestale dello Stato)  o 115 (Vigili del Fuoco).

I commenti sono chiusi