Rossi a Viareggio visita la Carmazzi e la Caen: “Due eccellenze del territorio”

VIAREGGIO (LU) - Al termine della prima parte della sua visita a Viareggio, il presidente della Regione, Enrico Rossi, accompagnato dal sindaco Del Ghingaro e dalla senatrice Manuela Granaiola, ha visitato due aziende locali.

Si tratta della Floricoltura Carmazzi di Torre del lago e della Caen. "Mi sono trovato di fronte - spiega lo stesso Rossi - a due eccellenze che operano in due settori diversissimi tra loro, ma che hanno fatto della qualità dei loro prodotti il segreto del loro successo. Una appartiene ad un comparto, quello floricolo, che in Versilia ha una sua tradizione. La Caen invece per me è stata una vera sorpresa perché non mi aspettavo che qui operasse uno dei leader mondiali nel settore delle apparecchiature elettroniche".

Il presidente ha apprezzato la scelta di Marco e Giacomo Carmazzi di dedicarsi alla coltivazione rigorosamente biologica e la loro scelta di specializzarsi nella produzione del peperoncino e dei fiori commestibili, puntando su un mercato di nicchia e raggiungendo ottimi risultati.

Alla Caen ha ascoltato le spiegazioni dei tre soci fondatori, Marcello Givoletti, Piero Salvadori e Luigi Pardini che, attivi dal 1979, hanno raggiunto i vertici mondiali nel settore, danno lavoro a circa 120 dipendenti e raggiungono un fatturato di 13 milioni di euro l'anno.

"Si tratta di un'azienda - ha commentato il presidente Rossi - che ha resistito alla crisi, assumendo anzi altri 15 giovani fisici, che fa della ricerca il suo spunto vincente e che dalla Regione ha ottenuto anche finanziamenti per realizzare prototipi interessanti".

Si tratta del Gamma Fly, un rivelatore di radioattività che viene montato sugli elicotteri, e di Assist, un carrello elettronico per il controllo della distribuzione dei farmaci nei reparti ospedalieri. Alla fine il presidente ha avuto complimenti per tutti, da chi coltiva con metodi innovativi a chi opera, come ha detto Marcello Givoletti "nell'infinitamente piccolo e nell'infinitamente grande ed è presente in tutti gli esperimenti di fisica nel mondo" supportandoli con gli apparati elettronici pensati e testati a Viareggio.

I commenti sono chiusi