Rossi ad Arezzo: “Abbinamento gioielli e moda idea vincente per trovare nuovi mercati”

AREZZO - Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha preso parte oggi ad Arezzo all'inaugurazione della terza edizione di Gold/Italy, la fiera del gioiello made in Italy alla quale partecipano 260 espositori provenienti dai principali poli orafi italiani (Arezzo, Vicenza, Valenza Po), metà dei quali sono Toscani.

Alla manifestazione sono presenti anche 330 buyer provenienti da 98 Paesi. Si stima un volume di vendite complessivo di 7 miliardi e 300 milioni di dollari.

Dopo il tradizionale taglio del nastro, che ha visto la presenza accanto a Rossi, del prefetto, del sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli, del presidente del Polo Fieristico, Andrea Boldi e di Beppe Angiolini in qualità di art director della mostra, il presidente della Regione ha visitato gli stand della mostra complimentandosi per l'alta qualità dei gioielli esposti.

"Condivido - ha detto Rossi - l'idea che state portando avanti e che punta a legare il gioiello con la moda. Nel mondo ci sono ormai nuovi Paesi e nuove borghesie emergenti che apprezzano la qualità dei nostri prodotti e questa è un'idea vincente per il futuro e per  trovare nuovi mercati."

Rivolto agli espositori Rossi ha poi ribadito l'importanza dell'industria manifatturiera, di cui quella orafa è un esempio importante, per l'economia della Toscana e dell'Italia.

Rossi ha anche sottolineato l'importanza di guardare all'aspetto etico, raccomandando di considerare anche questo quando si importa l'oro per la lavorazione dei gioielli.

"Ringrazio - ha detto - gli espositori e i compratori, il manifatturiero è la nostra forza. E' stato grazie al manifatturiero, alla capacità degli imprenditori orafi di trovare nuovi mercati che la Toscana ha saputo reagire alla crisi." E riferendosi in particolare ad Arezzo Rossi ha sottolineato la "centralità di Arezzo come città dell'oro e della moda".

Infine rispondendo alle domande dei giornalisti Rossi ha ribadito che la Regione sostiene il Polo Fieristico di Arezzo e la sua attuale Governance. "Sosteniamo - ha ribadito - gli eventi organizzati dal Polo Fieristico e condividiamo quello che, in questa materia, sta facendo il Governo, anche se pensiamo che in questo campo il Governo potrebbe fare di più, perchè per l'oro il distretto industriale per eccellenza è questo."

 

 

 

I commenti sono chiusi