Rossi alla comunità cinese: “Associazioni devono essere trasparenti”

FIRENZE - "Una rivolta di quelle dimensioni, con scontri, violenze e sassaiole fino a tarda notte, mi fa pensare che fosse preparata. Non è proibito fare associazioni ma è importante che siano trasparenti e si assumano le proprie responsabilità sulle azioni che fanno".

Così il presidente Enrico Rossi nella conferenza stampa di oggi sui fatti dell'Osmannoro di due giorni fa.

"Inoltre - aggiunto Rossi - la comunità cinese non dovrebbe girare con tanto contante in tasca, che è sinonimo di nero. Del resto nei negozi cinesi i Pos per il bancomat non si trovano. Io sono per uso del denaro tracciabile. Questo potrebbe contribuire a risolvere parte di questo problema. Nella nostra regione non può esistere una zona dove non sono in vigore le leggi dello Stato".

I commenti sono chiusi