Rossi alla Protezione civile toscana: “Grazie per il lavoro svolto nelle Marche”

FIRENZE - "Ringrazio la colonna mobile della Protezione civile toscana per il lavoro svolto nelle Marche, nelle zone colpite dal terremoto e dalla neve. Attraverso l'impegno degli ottanta uomini e donne e dei ventotto mezzi della protezione civile messi a disposizione, la Toscana ha dato dimostrazione di solidarietà ed unità in questa nuova terribile emergenza che sta colpendo il centro Italia".

Inizia così la lettera che il presidente Enrico Rossi ha inviato al responsabile della Protezione civile regionale Riccardo Gaddi, al termine della missione in terra marchigiana, sottolineando "l'orgoglio per il contributo che la nostra colonna mobile ha apportato, affrontando condizioni particolarmente avverse che hanno reso ancora più difficili le operazioni".

"Il lavoro di sgombero coordinato dalla Sala Operativa Unificata Permanente Marche - continua Rossi - ha permesso di superare le criticità nella viabilità principale nei comuni maceratesi di Muccia, Pieve Torina, Pievebovigliana e Fiordimonte, e poi nei comuni di Amandola, Montefortino e Smerillo della provincia di Fermo. L'intervento ha consentito di accedere alle case, agli edifici pubblici e raggiungere le persone, spesso le più deboli, bloccate nelle frazioni più isolate".

"L'operato della Toscana - conclude il presidente della Regione - è stato apprezzato dalla popolazione locale e dalla Regione Marche. Grazie di cuore per questa straordinaria dimostrazione di impegno e solidarietà".

I commenti sono chiusi