Rossi, “Con Giovanisì raggiunti 196mila giovani toscani: contento di questo risultato”

FIRENZE – Ben 196mila giovani toscani hanno beneficiato del Progetto Giovanisì. E' il dato che il presidente Enrico Rossi ha richiamato nel corso del suo intervento alla giornata dedicata a fare il punto delle politiche giovanili in Italia ed in Europa che si è svolta in Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze.

 

"Sono molto contento di questo risultato – ha detto Rossi – e se non abbiamo certo risolto tutti i problemi dell'occupazione giovanile, abbiamo tentato di far sentire meno sola una nuova generazione di toscani. Con Garanzia giovani dal 2011 ad oggi abbiamo aiutato a nascere 1.600 imprese giovanili, un numero non di poco conto. Grazie all'utilizzo dei fondi strutturali in agricoltura abbiamo favorito la nascita di altre 1.000 imprese. Se a questo uniamo i dati dei nostri centri per l'impiego direi che siamo di fronte ad una piccola rivoluzione".

 

Dopo aver ricordato che sono stati 12.000 i giovani che hanno partecipato a tirocini, il presidente Rossi ha detto che "dobbiamo far sì che il Governo italiano chieda all'Unione europea che Garanzia giovani, un'esperienza di successo in Toscana ed in Italia, sia rifinanziata e diventi una misura stabile".

 

"E' l'Italia – ha concluso il presidente Rossi – ad avere bisogno di questa generazione di giovani. Dobbiamo far sì che non si disperda, che non lasci l'Italia impoverendo il nostro capitale sociale e la nostra forza. Da questo punto di vista Garanzia Giovani è un primo pilastro, un primo passo su cui dobbiamo continuare a lavorare".

 

I commenti sono chiusi