Rossi il 26 ottobre a Piombino alla presentazione del progetto di riconversione

ROMA - Lunedì 26 ottobre il presidente della Regione, Enrico Rossi, sarà a Piombino per partecipare alla presentazione del Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell'area, il cui bando sarà pubblicato all'inizio del prossimo anno.

Si tratta di uno degli adempimenti previsti dall'Accordo di programma sottoscritto alla fine del giugno scorso. Lo ha annunciato lo stesso presidente Rossi a margine della riunione che si è svolta al Ministero per lo sviluppo economico dedicata all'esame delle problematiche connesse alla reindustrializzazione di Piombino.

Nel corso dell'incontro sono state affrontate la questione delle difficoltà di realizzazione della 398, la strada di collegamento tra la viabilità nazionale e il porto. Per sbloccarla è stato deciso di riconvocare il Comitato esecutivo per l'attuazione dell'Accordo di programma prevedendo la partecipazione del Ministero dei trasporti, con l'obiettivo di rendere possibile l'inizio dei lavori.

L'Autorità portuale ha riferito sulla questione dello smantellamento delle navi. Sono una decina le società interessate ad aggiudicarsi l'incarico. Si stanno esaminando le loro offerte per giungere alla scelta di chi si occuperà di questa attività. Entro la fine dell'anno si conta di scegliere il soggetto attuatore in modo che entro il prossimo anno le attività di smantellamento possano iniziare.

Circa la parte di messa in sicurezza della falda nell'area ex Lucchini si stanno definendo le questioni legate all'inizio delle attività da parte del soggetto attuatore, che per conto della Regione Toscana sarà Invitalia.

Circa la questione dei costi energetici la Regione ha sollecitato che si arrivi presto ad una decisione definitiva in attuazione dell'Accordo di programma che prevede di garantire l'energia a costi concorrenziali rispetto alle altre realtà siderurgiche italiane ed europee.
Dal canto suo Aferpi ha presentato il programma per le attività di smontaggio e dismissione degli impianti presenti nelle aree ex Lucchini per il quale si stanno ultimando le procedure di autorizzazione.

Infine, su proposta della Regione, è stato deciso di riconvocare il comitato esecutivo per l'attuazione dell'Accordo di programma intorno alla metà di novembre, facendolo precedere da incontri specifici dedicati alla risoluzione delle questioni legate ai costi energetici e ai collegamenti viari.

I commenti sono chiusi