Rossi in Lunigiana: “Felice di constatare che le opere procedono bene”

AULLA (MS) - "Sono felice di constatare che opere per complessivi 50 milioni di euro stanno procedendo bene e in tempi rapidi. Chiedo scusa ai cittadini per i disagi, ma i ritardi non dipendono dalla Regione che è stata costretta dal governo Monti a seguire una procedura ordinaria e non straordinaria, con il conseguente allungamento dei tempi. Ringrazio l'efficienza e la competenza del Genio civile per aver consentito questo recupero e le maestranze che stanno lavorando davvero bene".

 

Non nasconde la sua soddisfazione il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, al termine dei sopralluoghi compiuti in numerosi cantieri nella Lunigiana.

 

Il presidente ha visitato infatti gli argini sul Magra ad Aulla, un intervento da 4 milioni di euro realizzato dal Consorzio guidato dalla Corma di Modena e che interessa un tratto di circa 1,8 chilometri lungo la sponda sinistra del fiume. I lavori del primo lotto sono ormai giunti alla fase conclusiva e la loro ultimazione è prevista nel febbraio prossimo. Il secondo e terzo lotto partiranno subito dopo, per un investimento complessivo di altri 5 milioni di euro che serviranno sia al consolidamento di un tratto di altri 800 metri, che ai lavori di abbellimento e inserimento ambientale delle opere comprese nel parco fluviale.

 

La tappa conclusiva ha riguardato il ponte sul Magra a Stadano nel quale la Regione ha investito circa 5 milioni di euro e che con i suoi 139 metri sarà il ponte sospeso più lungo d'Italia. Il cantiere gestito dalla Castaldo Spa di Napoli è giunto alla fase conclusiva e la fine dei lavori è prevista l'anno. Poi sono previsti i necessari collaudi per i quali ci sono sei mesi di tempo. Entro la prossima estate si prevede di aprirlo alla viabilità.

 

Quanto al cantiere sul torrente Mangiola a Mulazzo, sono state completate le fondazioni e il termine dei lavori, iniziati a maggio, è previsto tra circa un anno. Qui, per un importo di 3,8 milioni di euro, sta costruendo la Ici Coop di Gorizia e anche in questo caso verrà realizzato un ponte sospeso di circa 100 metri di lunghezza.

 

"Circa le nuove scuole di Aulla - anch'esse visitate da Enrico Rossi - occorre rimarcare che grazie alla Regione questa zona inquinata e abbandonata è stata completamente risanata e sarà dedicata a funzioni primarie. I lavori per la scuola dell'infanzia, per le elementari e per la mensa sono pressoché terminati ed entro l'anno contiamo di far partire i lavori per le medie. Qui abbiamo investito circa 20 milioni di euro, mentre per realizzare i tre ponti ne sono serviti circa 18 e 10 per i nuovi argini ad Aulla. Tornerò presto in Lunigiana per verificare l'andamento dei lavori e il rispetto dei tempi soprattutto per ciò che riguarda le scuole, visto che gli studenti hanno necessità di trasferirsi quanto prima nei nuovi edifici".

I commenti sono chiusi