Rossi su Aferpi: “Né debiti né problemi finanziari: confermo la mia fiducia”

ROMA - "L'incontro è stato positivo, Rebrab ha confermato cose importanti per l'immediato e per il futuro". Queste le parole a caldo del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, al termine dell'incontro sul rilancio delle acciaierie ex-Lucchini che si è svolto oggi a Roma. Al tavolo del ministro Federica Guidi, oltre al presidente della Toscana, erano presenti il numero uno di Cevital, Issad Rebrab e l'ad di Aferpi Fausto Azzi.

"Nell'immediato – ha detto Rossi – si chiarisce che Aferpi non ha debiti né problemi finanziari per la prosecuzione dell'attività. Questo fa giustizia di tante affermazioni, timori e preoccupazioni che abbiamo sentito dire". "Per quanto riguarda la realizzazione del forno elettrico – ha continuato  – Aferpi conferma la volontà di realizzarlo quanto prima, scegliendo tra le tre proposte che sono state presentate quella più adeguata alla realtà di Piombino". Infine Rossi ha ringraziato Issad Rebrab per il suo impegno: "Confermo la mia fiducia sulla serietà e sulla credibilità di questo imprenditore con cui credo la Toscana potrà farà grandi cose per il suo futuro".

L'autore è il portavoce del presidente.

 

I commenti sono chiusi