Saccardi: “Nessuna gita in barca a spese del sistema pubblico”

FIRENZE - "Nessuna spesa sostenuta dalla Asl, o più in generale dal pubblico. Neanche un minuto sottratto alla professione. Nessuna obbligatorietà a partecipare. In merito a quanto pubblicato ieri dal quotidiano La Nazione, titolo in prima pagina "I manager della sanità vanno in barca a spese della Asl", occorre ricondurre la situazione alla realtà". L'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi interviene in merito all'evento formativo oggetto di un articolo del quotidiano Qn di ieri, ripreso oggi dal capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale Manuel Vescovi.

Per i prossimi 7 e 8 giugno e' stato organizzato dal direttore infermieristico della Struttura operativa semplice Sud Est della Asl Toscana Centro un meeting di coordinamento rivolto ai coordinatori e alle posizioni organizzative della struttura: nessun manager dunque è interessato, come si desumerebbe dall'articolo.

Nello specifico si tratta di un'iniziativa inserita nel piano di formazione che ogni azienda sanitaria deve preparare: è una giornata a partecipazione obbligatoria i cui docenti sono interni all'azienda e pertanto non remunerati. Quindi una giornata che non costa niente al sistema pubblico. Una legge dello stato italiano sancisce infatti l'obbligo per gli operatori sanitari di formarsi in maniera permanente, per mantenere le loro competenze adeguate ai bisogni dei cittadini e alla complessità dell'organizzazione. Questo corso si inserisce proprio in questo contesto. La prima giornata affronta il tema della comunicazione, della sua importanza, delle sue modalità e di quanto questo sia fondamentale per migliorare i percorsi di cura e i processi di lavoro.

A completamento di questa iniziativa, che è in aula, e quindi teorica, e' stata organizzata una seconda giornata non obbligatoria e quindi non nel piano della formazione, che è in outdoor, ovvero fuori dalle mura dell'azienda, in uno scenario che consenta di sperimentare in prima persona e in team quanto appreso. Vengono svolte attività che permettano di fare esperienza diretta di quanto appreso in precedenza, che vanno fatte in luoghi diversi e possibilmente distanti dalla realtà aziendale. Sono metodologie che le grandi aziende da anni conoscono, applicano e apprezzano.

Nel caso specifico si è pensato di organizzare una prova di rafting come metodo particolarmente adatto a sviluppare la comunicazione in situazioni difficili ed impreviste, il senso di appartenenza a un team e la convergenza verso un obiettivo; mettendo in campo ognuno le proprie capacità, esperienze, attitudini. Il tutto ovviamente si svolge nella massima sicurezza.

E' però fondamentale specificare che questa seconda giornata:

- viene svolta non in orario di lavoro ma in ferie;

- la partecipazione e' facoltativa;

- il costo di tutta l'attività, compreso l'eventuale soggiorno, e' a totale carico dei partecipanti.

I commenti sono chiusi