Saeco-Philips, Toscana d’accordo con l’Emilia Romagna per un tavolo nazionale

FIRENZE La Toscana sarò al fianco delle iniziative dell'Emilia Romagna, che sulla riorganizzazione dell'azienda Saeco-Philips e il suo impatto sullo stabilimento di Gaggio Montano ha chiesto la convocazione di un tavolo nazionale con il coinvolgimento della ministra dello sviluppo economico Federica Guidi.

 

Ieri il consigliere del presidente Rossi per il lavoro Gianfranco Simoncini aveva scritto all'assessore emiliano Palma Costi, che subito oggi ha risposto informandolo dei passi fatti dalla giunta d'oltre Appennino. La vicenda interessa infatti anche la Toscana, perché nello stabilimento lavorano anche molti cittadini del versante toscano.

 

"Oggi stesso – scrive l'assessore emiliano – il presidente Bonaccini ha incontrato la ministra Guidi". Anche per la Regione Emilia Romagna è impossibile accettare il piano presentato dall'azienda che prevede più di duecento esuberi, pur a fronte dell'impegno della proprietà a mantenere lo stabilimento nel comune di Gaggio Montano. Troppi pesanti sarebbe infatti l'impatto di eventuali licenziamenti.

I commenti sono chiusi