Sardegna: violentò turista, condannato a 5 anni

Sardegna: violentò turista, condannato a 5 anni

E’ stato condannato a cinque anni il 30enne a processo a Nuoro con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una turista toscana che l’estate scorsa trascorreva le vacanze in Sardegna.

L’imputato, Michele Pelosi, napoletano di 30 anni – come riferisce il quotidiano La Nuova Sardegna – presente ieri in aula, è stato giudicato con rito abbreviato. Nel luglio del 2018 avrebbe stuprato una ventenne di Arezzo a Budoni, località turistica sulla costa nord orientale della Sardegna.
Il pm Giorgio Bocciarelli, concludendo la sua requisitoria, aveva chiesto per il giovane campano una condanna a quattro anni e sei mesi, condanna che è stata dunque aumentata di sei mesi dai giudici.
Secondo la ricostruzione dell’accusa, l’estate scorsa i due giovani si erano conosciuti in spiaggia: lei in vacanza e lui venditore ambulante di cocco arrivato da Napoli per la stagione estiva. Poi una sera si sono rivisti e la violenza sessuale si sarebbe consumata in auto.
Qualche ora dopo, ancora sotto choc ma incoraggiata dall’amica, la 20enne aveva trovato la forza di raccontare tutto ai carabinieri, che avevano subito rintracciato e arrestato il venditore di cocco.

L'articolo Sardegna: violentò turista, condannato a 5 anni proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi