Scuola d’infanzia, Grieco: “Intendiamo favorire la formazione dei formatori”

FIRENZE – "L'entrata nella fase di attuazione delle iniziative formative previste dal protocollo d'intesa firmato di recente da Regione ed Ufficio scolastico è un passo importante nel percorso finalizzato al riconoscimento della formazione del personale dei servizi educativi e dei docenti della scuola dell'infanzia. L'attenzione di Regione Toscana su queste materie è massima".

L'assessore regionale a Lavoro, formazione ed istruzione, Cristina Grieco, si è espressa così in merito al protocollo d'intesa tra Regione Toscana ed Ufficio scolastico regionale che è stato firmato nello scorso mese di novembre e che adesso, con l'avvio della sua attuazione, sta iniziando a produrre le prime risultanze.

Il protocollo d'intesa è finalizzato al riconoscimento della formazione del personale dei servizi educativi e dei docenti della scuola dell'infanzia, che la Regione promuove e sostiene attraverso i Pez, i progetti educativi zonali, per favorire la continuità del percorso educativo e scolastico. Molte scuole toscane, adesso che il progetto è stato avviato, sono interessate dall'esito di questo protocollo che apre le porte a una sperimentazione triennale che potrà essere, se le parti lo troveranno utile, prorogato nel tempo.

"La sperimentazione riguarda istituti scolastici su tutto il territorio regionale e ha lo scopo di garantire la cosiddetta formazione dei formatori", ha aggiunto la Grieco. Che ha precisato: "Grazie a questo accordo saranno rese uniformi su tutto il territorio regionale le modalità per la promozione, la realizzazione e il riconoscimento di iniziative di formazione anche nell'ambito della qualificazione professionale del personale impegnato nel sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita a sei anni in conformità con le più recenti normative nazionali e regionali in materia".

La Regione e l'Ufficio scolastico hanno lavorato a lungo, in collaborazione, per stendere il citato protocollo. E si sono impegnate, per quanto di competenza di ognuna, a riconoscere la partecipazione dei docenti delle scuole per l'infanzia statali ai percorsi di formazione congiunta con gli educatori dei servizi per l'infanzia, proposti come percorsi di formazione riconosciuti dal piano nazionale per la formazione dei docenti. Uno degli aspetti salienti dell'accordo è che le iniziative formative sono inserite nei piani della formazione di ambito a cura delle scuole capofila dei venticinque ambiti toscani connessi ai Pez.

 

I commenti sono chiusi