Scuola, Grieco: “Presto una forma di microcredito per contrastare il ‘caro libri’”

FIRENZE - "L'assessorato all'istruzione sta pensando di attivare una forma di microcredito a sostegno dei genitori con figli in età scolare in difficoltà economica. Un aiuto in denaro che servirà all'acquisto dei libri di testo e dei materiali didattici necessari ai ragazzi e alle ragazze per un buon avvio dell'anno scolastico". Lo ha annunciato oggi l'assessore all'istruzione Cristina Grieco affrontando uno dei problemi più sentiti dalle famiglie toscane a settembre, quello del cosiddetto "caro libri".
 
"Gli uffici regionali stanno lavorando ad una ipotesi che consenta un prestito a tasso agevolato o addirittura a tasso zero, auspicabilmente con la collaborazione delle banche del territorio, restituibile in 10 mesi, quanto la durata dell'anno scolastico", ha concluso l'assessore Grieco.
 
La misura del microcredito per l'acquisto dei libri scolastici si somma al pacchetto in sostegno alle famiglie dai redditi più bassi approvato dalla Giunta regionale ai primi di agosto: quattro milioni di euro, tra risorse regionali e statali, da destinarsi a chi frequesta le primarie e secondarie di primo e secondo grado.
 
 
 

I commenti sono chiusi