Seca di Piombino, entro i primi di settembre incontro con i vertici aziendali

FIRENZE - Il futuro della centrale Seca di Piombino, considerata all'avanguardia tra quelle che utilizzano olio di palma, va salvaguardato.

Al centro dell'incontro che si è svolto nella mattinata di oggi, mercoledì 23 agosto, tra il consigliere del presidente Enrico Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini, e il sindaco di Piombino, Massimo Giuliani, vi è stata anche la questione degli ammortizzatori sociali utilizzati nei mesi scorsi per lavoratori della Seca. Per questo, Regione e Comune si sono impegnati ad informarsi ed intervenire nei confronti dell'Inps per favorire la chiusura del contenzioso in atto tra azienda e Inps, auspicando una soluzione positiva nel rispetto delle norme vigenti.

Questa mattina Simoncini ha annunciato la volontà, condivisa da Giuliani, di chiedere subito un incontro ai vertici aziendali della Seca, per una verifica sulle prospettive produttive e quindi sul futuro dei circa 15 dipendenti della centrale a biomasse con sede a Montegemoli di Piombino. La volontà è quella di svolgere un primo incontro con l'azienda entro i primi dieci giorni di settembre, così poi da effettuare un successivo incontro con vertici aziendali ed i sindacati.

 

 

I commenti sono chiusi