Servizi distribuzione gas, oggi incontro in Regione

FIRENZE - Questo pomeriggio, il capo di gabinetto del presidente della Regione Toscana, Ledo Gori, ed il consigliere del presidente per il lavoro, Gianfranco Simoncini, hanno incontrato una delegazione delle segreterie toscane di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, in rappresentanza dei 1.200 lavoratori impiegati nei servizi di distribuzione del gas.

I rappresentanti sindacali hanno espresso la preoccupazione dei lavoratori in vista delle prossime gare per l'assegnazione dei servizi di distribuzione del gas previste dalle leggi nazionali. In particolare la preoccupazione dei lavoratori è relativa alla tutela dei diritti, poiché il passaggio a nuovi soggetti potrebbe rientrare nella nuova normativa del Jobs Act, che prevede il contratto a tutele crescenti, e delle questioni previdenziali in quanto tale passaggio a regimi diversi potrebbe mettere in discussione situazioni consolidate. L'incontro ha avuto ad oggetto anche una riflessione complessiva sui livelli occupazionali.

E' stato chiesto alla Regione Toscana di farsi promotrice dell'apertura di un confronto con Anci Toscana e le associazioni di categoria Cispel e Confindustria che organizzano le aziende operanti nella regione, con l'obiettivo di introdurre all'interno dei prossimi bandi di gara la clausola sociale che salvaguardi i diritti dei lavoratori, pur nell'ambito dei processi di riorganizzazione e riqualificazione dei servizi.

Da parte della Regione si è deciso di verificare tali richieste sia coinvolgendo l'assessore competente sia promuovendo il primo incontro tra Regione, Anci, Cispel, Confindustria al quale, in relazione alla disponibilità di queste ultime, far seguire un successivo incontro con le organizzazioni sindacali.

Da qui al 2016, andranno a gara tutti gli 11 ATEM (Ambito Territoriale Minimo).

In vista dell'apertura delle gare, le tre sigle sindacali hanno indetto uno sciopero per il prossimo 23 settembre.

I commenti sono chiusi