Sette pianoforti mononota suonano l’elettronica

Sette pianoforti mononota suonano l’elettronica

Mercoledì 28 novembre ore 18 presso Le Murate Progetti Arte Contemporanea il secondo appuntamento della rassegna musicale dedicata alla musica contemporanea

Sette pianoforti ad una nota sola protagonisti di una vera e propria performance artistica dedicata alla musica elettronica: è “The act of touch”, secondo appuntamento, mercoledì 28 novembre alle ore 18 presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, della 39/ma edizione del GAMO International Festival, organizzato dal Gruppo Aperto Musica Oggi (Gamo). La manifestazione prosegue fino al 13 dicembre tra concerti, nuove produzioni, prime assolute e progetti originali (per informazioni www.gamo.it).

“The act of Touch” è una vera e propria residenza artistica presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, in collaborazione con MUS.E Firenze, che vede protagonisti Matteo Franceschini, autore della composizione e live electronics; Jacopo Mazzonelli, creatore delle sculture; e la pianista Eleonora Wegher. I tre artisti, ideatori e performer suoneranno i particolari pianoforti che risuoneranno dentro un ambiente sonoro riprodotto dalla composizione elettronica. L’evento è inserito nell’ambito di Toscanaincontemporanea 2018.

L’installazione resterà in residenza del 25 al 28 novembre presso le Le Murate. Progetti Arte Contemporanea. La performance musicale “The Act of Touch”, costruita sull’opera ABCDEFG di Jacopo Mazzonelli, permette un cammino a ritroso, una sorta di regresso all’essenziale, un percorso di “purificazione” creativa votata a catturare l’immagine più profonda di ciò che si sta scrivendo: la materia, i tasti bianchi, le sette note, l’alternanza rigo/spazio del pentagramma, il gesto e la memoria.

Ingresso: 7€ | per prenotazioni: direzioneartistica@gamo.it

Per ulteriori informazioni www.gamo.it

 

L'articolo Sette pianoforti mononota suonano l’elettronica proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi