Share Now lascia Firenze, “città non redditizia”

Share Now lascia Firenze, “città non redditizia”

Share-Now, ex Car2go, interromperà a fine febbraio 2020 il servizio di car sharing a Firenze, insieme a Londra e Bruxelles, perché “queste città non si sono dimostrate redditizie”. L’azienda ha comunicato stasera la propria decisione agli abbonati via mail.

Lo rende noto l’assessore alla mobilità di Firenze Stefano Giorgetti. “Abbiamo recentemente incontrato i rappresentanti a Firenze di Share Now (ex Car2go) dopo il cambio societario – spiega Giorgetti in una nota -. In queste occasioni avevano evidenziato problemi di redditività del servizio e come Amministrazione avevamo dato la disponibilità a venire incontro sostanzialmente alle loro richieste per garantire la permanenza del servizio a Firenze. Con grande meraviglia oggi apprendiamo che la dirigenza ha deciso, peraltro senza avvisarci direttamente, di interrompere il servizio”.

Per l’assessore, “forse questi problemi dipendono dal fatto che a Firenze gli utenti utilizzano i mezzi per spostamenti brevi perché non ci sono grossi problemi di traffico. O forse i fiorentini utilizzano maggiormente i mezzi pubblici, in particolare dopo la messa in esercizio delle due linee tranviarie”. “Ci spiace che i rappresentanti della società siano arrivati a questa decisione dopo gli incontri avuti e la nostra disponibilità a trovare soluzione alle difficoltà evidenziate – conclude Giorgetti -. Spero che la dirigenza riveda la sua posizione. Comunque anche in caso contrario il servizio di car sharing non abbandona Firenze: ricordo che in città sono presenti altri tre gestori, di cui due utilizzano mezzi elettrici”.

L'articolo Share Now lascia Firenze, “città non redditizia” proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi