Siena Jazz: Jam Session in contrada

Siena Jazz: Jam Session in contrada

Jam session da domani 27 luglio fino a sabato 29 luglio, e ancora il 4 e 5 agosto. Ogni sera dalle ore 21.30 ad ingresso gratuito.

“Jam Session in Contrada” ritorna con spettacoli di docenti e studenti della 47esima edizione dei seminari internazionali estivi di Siena Jazz.

Quello tra jazz e Contrade è un binomio ormai collaudato: la musica invade le vie della città. Un modo originale  per mettere insieme la tradizione contradaiola e la grande musica dal vivo.

Si comincia domani giovedì 27 luglio alle ore 21.30 nella Società “Camporegio” della Contrada del Drago. Due i set della serata: nella prima parte il palcoscenico sarà del Conservatorio di Birmingham con Dan Spirrett (sax tenore), Dan Kemshell (chitarra), Josh Taylor (contrabbasso) e Noah Stone (batteria). Special guest Mike Williams (sax alto). Nella seconda parte saranno invece gli studenti dei corsi internazionali ad esibirsi in singolari improvvisazioni.

Venerdì 28 luglio un nuovo gruppo di allevi e docenti sarà protagonista alle ore 21.30 nella Società “Giovanni Duprè” della Contrada dell’Onda.

Sabato 29 luglio sempre alla stessa ora, si suona nella Società “Il Leone” della Contrada dell’Istrice.

Le “Jam Session in Contrada” torneranno poi il 4 agosto nella Società “Castelmontorio” della Contrada di Valdimontone ed il 5 agosto nella Società “L’Alba”, della Contrada del Bruco.

Le Jam Session si inseriscono nel programma di concerti – tutti ad ingresso gratuito -che fino al 7 agosto affiancheranno seminari internazionali di Siena Jazz: 34 docenti di tutto il mondo, 120 allievi provenienti da 15 diverse nazioni, 15 concerti e 100 esibizioni di gruppi musicali. Tra questi da ricordare il seminario diretto da Enrico Rava.

Il programma dei concerti prevede l’esibizione dei “Siena Jazz Masters” il 1 agosto, con i grandi maestri che danno vita ai Seminari che si esibiranno in formazioni estemporanee ed originali ancora in Piazza San Francesco. Il Conservatorio di Amsterdam con Lluc Casares (sax), Kimon Karoutzos (contrabbasso), Joan Casares (batteria) e la partecipazione di Jasper Blom (sax) apriranno la prima parte. Il secondo set della serata vedrà protagonista la formazione con Becca Stevens (voce), Fulvio Sigurtà (tromba), Roberto Cecchetto (chitarra), Chris Tordini (contrabbasso) e Roberto Gatto (batteria).

La serata del 2 agosto vedrà in apertura ancora “Siena Jazz Masters” con un nuovo inedito quartetto formato da Ben Wendel (sax), Gerald Clayton (pianoforte), Joe Sanders (contrabbasso) e Henry Cole (batteria). Nella seconda parte si esibiranno invece Logan Richardson (sax alto), Maurizio Giammarco (sax tenore), Lage Lung (chitarra), Harish Raghavan (contrabbasso) ed Henry Cole (batteria).

Torna la collaborazione con l’Accademia Musicale Chigiana, voluta dalle due Istituzioni. Il 3 agosto, nella chiesa di Sant’Agostino “CHIGIANA MEETS SIENA JAZZ” con il progetto speciale “In C Opera Aperta” di Terry Riley.  Sul palco diretti da Antonio Caggiano, David Krakauer (clarinetto), Alessandro Carbonare (clarinetto), Giuseppe Ettorre (contrabbasso), David Geringas (violoncello), Maurizio Giammarco (sassofono), Fulvio Sigurtà (tromba), Giovanni Falzone (tromba) e la CHIGIANA PERCUSSION ENSEMBLE insieme alla SIENA JAZZ UNIVERSITY ORCHESTRA diretta da Roberto Spadoni.

Il 30 e 31 luglio e ancora il 6 e 7 agosto, gran finale con quattro serate strepitose che vedranno esibirsi i 68 gruppi di musica di insieme nati nel corso dei seminari 2017 diretti ciascuno dal proprio docente che suonerà nel gruppo come leader della formazione. Il pubblico potrà così “viaggiare” fra due palchi e assaporare una varietà di differenze stilistiche e di repertorio.

L'articolo Siena Jazz: Jam Session in contrada proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi