Sinistra Italiana: Alia sospende smaltimento amianto, vergogna!

Sinistra Italiana: Alia sospende smaltimento amianto, vergogna!

 Lo denuncia Tommaso Grassi, capogruppo di Sinistra italia, dopo aver ricevuto, spiega, molte segnalazioni dagli abitanti di Firenze.

“A Firenze o paghi centinaia di euro, o ti tieni l’ amianto danneggiando la salute tua e dei vicini. Questa è la novità di Alia, ex Quadrifoglio, che ha sospeso il servizio di smaltimento. E’ una vergogna”. Lo denuncia Tommaso Grassi, capogruppo di Sinistra italia, dopo aver ricevuto, spiega, molte segnalazioni dagli abitanti di Firenze. “La cosa più assurda è che non è avvenuto per le
aziende, ma per i cittadini.

Come è possibile che una partecipata del Comune si possa permettere di fare una cosa del genere? Il servizio di smaltimento dell’ amianto era essenziale per evitare l’abbandono e per contenere i costi per le famiglie – continua Grassi – adesso chi deve smaltirlo magari perché ha trovato per caso un pezzo di eternit in una vecchia canna fumaria, deve chiamare una ditta specializzata. E pagare dai 400 ai 500 euro per un pezzetto grande quanto un’unghia. Questo contro i 50 euro previsti fino ad oggi. Al call center i dipendenti rispondono che non ne sanno
il motivo”. Ancora più “assurdo”, conclude Grassi, “è che sul sito di Alia invece l’eternit a Firenze si smaltisce ancora, e si invita a pagare il servizio che però non esiste più. Avevamo dei forti dubbi sulla nuova fusione ma ora possiamo ben dire che è nata male. I primi danni si vedono già”.

L'articolo Sinistra Italiana: Alia sospende smaltimento amianto, vergogna! proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi