Slow Travel Fest, Ciuoffo: “Con la Francigena alla scoperta di piccoli tesori”

FIRENZE – A piedi o in bicicletta alla scoperta di paesaggi incredibili. Purchè sia un viaggio lento, a bassa velocità. Sono questi gli ingredienti principali dello Slow Travel Fest che dal 9 all'11 ottobre animerà il borgo medievale di Monteriggioni e la Via Francigena che lo costeggia.

L'evento, organizzato da Ciclica.cc e Movimento Lento con la collaborazione di Regione, Toscana Promozione e Comune di Monteriggioni (altri partners sono il Touring Club, l'Associazione Europea delle Vie Francigene e SloWays) è stato presentato oggi dall'assessore alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo, dal sindaco del Comune di Monteriggioni Raffaella Senesi e dal cofondatore di Ciclica.cc e direttore organizzativo del festival Giovanni Morozzo.

"Monteriggioni – ha commentato l'assessore Ciuoffo - è un contesto eccezionale, uno dei punti che maggiormente caratterizzano la campagna e i borghi storici toscani. Presenteremo all'interno del festival una delle nostre eccellenze, la Via Francigena Toscana. Un percorso lento di 380 km che attraversa da nord a sud tutta la regione, passando da realtà forse poco conosciute ma che fanno apprezzare tanta parte del patrimonio storico e culturale di questa terra".

"La Francigena toscana  - ha aggiunto Ciuoffo - è un lavoro importante, realizzato con interventi rilevanti e dispendiosi fatti con la dovuta attenzione e rispetto dell'ambiente. Siamo la prima, tra le regioni attraversate dal tracciato, ad averlo messo in totale e assoluta sicurezza e questo grazie ad un contributo importante della Regione, 16 milioni di euro, e ad una sinergia con tutti i soggetti interessati. Adesso diventa fondamentale individuare un metodo di gestione affidandoci alla competenza e alla responsabilità di tutti coloro che hanno lavorato con sacrificio e passione, per evitare che le cose fatte vadano perdute".

Momento chiave del Festival per la Regione sarà sabato, con l'inaugurazione di due strutture che qualificano ulteriormente il tracciato toscano.

"La mattina di sabato – ha detto ancora l'assessore - sarà la volta dell'Ostello del Pellegrino, nel complesso monumentale di Abbadia Isola Monteriggioni, per il quale abbiamo messo a disposizione 420mila euro pari al 60% dell'intervento. Nel pomeriggio aprirà il Primo punto sosta del Pellegrino, finanziato al 100% dalla Regione con un contributo di 60mila euro. Far svolgere un evento come lo Slow Travel fest in questi luoghi, che si segnalano per un turismo, appunto, lento e sostenibile e che va oltre quello mordi e fuggi delle città d'arte, diventa un fattore qualificante e che al tempo stesso valorizza la nostra offerta turistica".

"Ritengo – ha quindi concluso Ciuoffo - che per la Francigena toscana si sia dato avvio ad una fase del suo utilizzo più matura e strutturata. Senza contare il progressivo avvicinamento al Giubileo, che porterà lungo questa via tante persone dirette a Roma. E l'apertura dell'Ostello all'interno del complesso dell'abbazia di Abbadia a Isola serve proprio a questo".

I commenti sono chiusi