Solitaire, Firenze ospita l’installazione di Stéphane Thidet

Solitaire, Firenze ospita l’installazione di Stéphane Thidet

L’artista francese, vincitore della prima edizione del premio “Anna Morettini”, ha scelto la chiesa sconsacrasta di Santa Monaca per l’installazione. L’esposizione si concluderà il 25 febbraio.

Si inaugura domani a Firenze l’installazione “Solitaire” dell’artista francese Stéphane Thidet, vincitore della prima edizione del ‘Premio Anna Morettini’.  L’opera, presentata la prima volta a Parigi nel 2016, ora è ospitata nella chiesa di Santa Monaca, in Oltrarno, oggi sconsacrata.

É un invito alla contemplazione e alla meditazione l’installazione che Thidet ha realizzato nella vecchia sacrestia del Collège des Bernardins “Solitaire”, il suolo ricoperto d’acqua infranto dal movimento di due alberi morti sospesi dall’alto.

Il ‘Premio Anna Morettini’, che ha il patrocinio del Comune di Firenze ed è alla sua prima edizione, si rivolge ad artisti under 45 di tutte le nazionalità, ma dai solidi legami intellettuali e artistici con la nostra  città, che siano rappresentati da una o più gallerie o che dimostrino di aver già esposto il proprio lavoro negli spazi di un’istituzione culturale. Ogni anno il Premio propone un tema che i partecipanti dovranno reinterpretare in chiave contemporanea: la prima edizione è stata dedicata a ‘L’universo Savonarola’, al rapporto che ha creato con la tradizione artistica fiorentina.

Thidet è nato il 20 maggio 1974 a Parigi, vive e lavora tra Parigi e Aubervilliers.Diplomato alla École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi nel 2002 e alla École Supèrieur des Beaux-Arts di Rouen nel 1996. Insegna alla École Supérieure des Beaux-arts di Nantes. Stéphane Thidet ha esposto all’Abazia di Maubuisson, al Collège des Bernardins, a La Maison Rouge e al Palais de Tokyo, per citarne alcune, e partecipato alla Nuit Blanche 2016 a Parigi.

L’articolo Solitaire, Firenze ospita l’installazione di Stéphane Thidet proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi