Sr 71 chiusa per neve sul versante romagnolo: Ceccarelli chiede che venga riaperta quanto prima

FIRENZE – Proteste e preoccupazioni degli operatori economici e degli abitanti del Casentino per la chiusura a causa della neve del versante romagnolo della Sr 71, una strada essenziale per i collegamenti da e verso la vallata. Fra l'altro, la strada in terra di Romagna diventa provinciale e non gode delle stesse risorse necessarie alla manutenzione delle strade regionali.

Per questo, l'assessore ai trasporti della Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli ha inviato una lettera alla Regione Emilia Romagna, alla Prefettura e alla Provincia di Forlì, invitando "tutti coloro che, per le diverse competenze, si trovano ad assumere decisioni attinenti all'utilizzo della strada, a tenere in considerazione lo straordinario rilievo di questa via di collegamento per l'economia di una vallata già in grave difficoltà e che ha proprio nella carenza dei collegamenti con la rete della grande viabilità nazionale il suo vulnus più grave".

Premesso che la sicurezza rappresenta certamente il bene primario da tutelare, Ceccarelli ricorda di aver già scritto lo scorso 7 dicembre chiedendo "di valutare la possibilità di omogeneizzare la classificazione della strada a quella del versante toscano, in modo tale da creare i presupposti per garantire le risorse necessarie alla manutenzione".

Ceccarelli chiede infine che la Sr 71 venga riaperta al traffico quanto prima "al fine di non recare danni gravi all'economia di una intera vallata e nell'interesse dei cittadini dei rispettivi territori amministrati".

I commenti sono chiusi