Stato di disoccupazione, risolti dubbi interpretativi nell’incontro tra Regioni e Ministero del Lavoro

FIRENZE - Una serie di dubbi interpretativi sull'attuazione della nuova normativa sullo stato di disoccupazione prevista dal decreto legislativo 150/2015 sono stati risolti dall'incontro di ieri tra una delegazione delle Regioni e il Ministero del Lavoro. Ne ha dato notizia alla Nona Commissione delle Conferenza delle Regioni il Consigliere del presidente Enrico Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini.

Nei prossimi giorni, sulla base delle risultanze dell'incontro, ci sarà uno scambio di documenti che chiarirà in via definitiva l'attuazione delle misure, che è molto importante per accedere a determinati interventi do sostegno al reddito e reinserimento lavorativo, mentre è chiaro che rimane il diritto di tutti coloro che sono senza lavoro di poter ricevere politiche attive.

In Toscana, sulla base di questi chiarimenti sarà predisposta una delibera di giunta e successivamente la dirigente del settore lavoro procederà ad inviare una circolare a tutti gli uffici così da evitare ogni dubbio interpretativo. Si ritiene che entro i primi di marzo il percorso sarà concluso. Simoncini sottolinea comunque che l'attività dei Centri per l'impiego, in relazione alla diverse misure, non si è bloccata in queste settimane ma i chiarimenti sulla normativa nazionale, che non potevano che venire dal Ministero del Lavoro, renderanno più fluido il lavoro .

I commenti sono chiusi