Strasser e Lisiecki per la prima volta con l’ORT con un programma tutto Beethoven.

Strasser e Lisiecki per la prima volta con l’ORT con un programma tutto Beethoven.

Due giovanissimi talenti in un programma interamente dedicato a Beethoven. Strasser e Lisiecki per la prima volta con l’ORT. La nuova produzione ORT debutta a Firenze giovedì 14 febbraio (Teatro Verdi) per poi replicare il 15 al Palazzo delle Esposizioni di Empoli e concludere il tour il 16 a Teatro Manzoni di Pistoia.

Un programma tutto Beethoven che si apre con L’ouverture Coriolano scritta non per essere premessa alla nota tragedia di Shakespeare ma a quella omonima e assai meno nota di Heinrich von Collin, drammaturgo a cui il compositore fu legato da stima e da una sincera amicizia.

Per la prima volta sul podio dell’Orchestra della Toscana Eduardo Strasser porterà il suo stile forte e dinamico che è stato definito come “una vera forza della natura, una direzione imbevuta di carisma, presenza scenica e una buona chimica con l’orchestra”. Brasiliano, è stato direttore principale del Theatro Municipal de São Paulo dal 2014 al 2016, in Italia ha già diretto concerti sinfonici alla Fenice di Venezia, al Teatro Verdi di Padova e al Teatro Sociale di Rovigo. Ha collaborato con solisti del calibro di Isabelle Faust, Richard Galliano, Barnabas Kelemen, Sergei Krylov e molti altri. È un autentico poliglotta dal momento che parla correntemente portoghese, rumeno, tedesco, inglese, italiano, francese, spagnolo ed ebraico.

A 23 anni Jan Lisiecki è già riconosciuto come uno dei più grandi pianisti del nostro tempo. Acclamato per la sua straordinaria maturità interpretativa, suono distintivo e sensibilità poetica, è stato descritto come “un pianista che sa fare in modo che ogni nota conti” (New York Times). Le sue interpretazioni penetranti, la sua tecnica raffinata e la sua naturale attrazione artistica gli consentono di avere uno spessore musicale che va oltre la sua giovane età. Si esibisce in tutto il mondo con le orchestre più prestigiose e sui più rinomati palcoscenici e ha lavorato a stretto contatto con importanti direttori quali Sir Antonio Pappano, Yannick Nézet-Séguin, Daniel Harding e Claudio Abbado. Canadese di origini polacche, nel 2013 è diventato il più giovane vincitore dello Young Artist Award di Gramophone e ha ricevuto un Leonard Bernstein Award dal Festival Musicale dello SchleswigHolstein. Registra in esclusiva per Deutsche Grammophon.

Firenze, Teatro Verdi | giovedì 14 febbraio 2019 ore 21.00

Empoli, Palazzo delle Esposizioni | venerdì 15 febbraio 2019 ore 21.00

Pistoia, Teatro Manzoni | sabato 16 febbraio 2019 ore 21.00

Eduardo Strasser direttore

Jan Lisiecki pianoforte

BEETHOVEN Coriolano op.62 ouverture

BEETHOVEN Concerto n.3 per pianoforte e orchestra op.37

BEETHOVEN Sinfonia n.7 op.92

Prezzi Teatro Verdi | Stagione Concertistica: Posti numerati I settore €16 intero – €14 ridotto; II settore €13 intero – €11 ridotto (tutti più diritti di prevendita) Biglietti in vendita presso la Biglietteria del Teatro Verdi (tel. 055 21.23.20 – orario 10/13 e 16/19) e presso tutti i punti del Circuito Regionale Box Office. On line su www.teatroverdifirenze.it

L'articolo Strasser e Lisiecki per la prima volta con l’ORT con un programma tutto Beethoven. proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi