Studenti aggrediti da fascisti, la solidarietà del presidente Rossi: “Si prendano gli autori”

FIRENZE – Un attacco fascista in piena regola, un atto di vigliaccheria da condannare senza esitazioni. Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi esprime la propria solidarietà ai giovani della Rete degli studenti a Firenze per assistere alla conclusione delle "Giornate del lavoro", evento organizzato dalla Cgil, aggrediti un gruppetto di militanti di estrema destra.

"Sono atti - ha commentato Rossi - che appartengono ad altre culture, non a quella toscana, non a quella di Firenze. Sono convinto che chi ha il dovere di mantenere l'ordine ha già gli elementi per individuare gli autori di un gesto così pavido e violento che non ammette nessuna giustificazione. Da parte della Regione vorrei esprimere solidarietà ai ragazzi e ragazze vittime di un'aggressione che avrebbe potuto avere conseguenze anche più gravi".

I commenti sono chiusi