Studenti in cerca di lavoro: alcuni consigli

Mantenersi durante gli studi in una sede universitaria come Firenze non è facile. La vita ha un costo più elevato che in provincia. Però l’Università di Firenze rimane comunque una delle migliori nel campo dell’arte e molti giovani sono disposti a grandi sacrifici pur di ottenere una laurea di un ateneo fiorentino. La soluzione è, almeno per chi non è residente in città, trovare un lavoro che gli consenta di pagarsi le spese di mantenimento e contemporaneamente studiare. A questo punto vediamo un po’ quali potrebbero essere le opportunità e come trovarle.

La scelta migliore per trovare le offerte di lavoro a Firenze è cominciare con una ricerca sul web attraverso un buon portale lavoro, che metta a disposizione le varie opportunità per tipologie, che consenta di lasciare un curriculum per essere ricontattati, che avverta regolarmente se ci sono novità tra le offerte. Le aziende preferiscono affidare la ricerca di personale ad una agenzia online piuttosto che impegnare risorse interne per selezionare le domande che arrivano in segreteria. Infatti generalmente viene considerata più affidabile una proposta fatta tramite un portale lavoro che spedita direttamente in azienda.

Poi si può arrotondare anche realizzando dei servizi fotografici da vendere online. Sono molto richieste le foto panoramiche, da utilizzare per le riviste, i giornali, i web-magazine. Ci sono parecchi siti dove è possibile esporle e aspettare che qualcuno faccia un’offerta, oppure le si può offrire direttamente ad un prezzo ragionevole. Non è più probabilmente il tempo dei grandi fotoreporter, con scatti da costi da capogiro, ma la passione per le foto può fruttare qualche soldino. Poi ci sono anche degli studi di advertising che acquistano sul web delle foto a tema, e partecipare ai loro concorsi può dare belle soddisfazioni.

Anche scrivere può rendere qualche euro. Oggi in Internet esiste un mercato di writer che vendono degli articoli su commissione, a cifre modeste ma a fronte di un impegno relativamente ridotto che consente comunque almeno di affrontare le spese giornaliere. Ci si inserisce in un blog offrendo i propri scritti e si cerca qualcuno che sia disposto a prenderli, magari per riempire le pagine del proprio sito. Certo bisogna saper scrivere per il web, con uno stile decisamente diverso da quello della carta stampata o dei libri, ma non manca certo l’arte ai giovani che vivono il sociale sulle chat.

Anche le vendite per rappresentanza offrono, soprattutto per chi è portato e possiede le arti della simpatia, una chance di mettere in tasca qualche soldo. Si può lavorare online o contattare i possibili clienti per telefono e poi fissare un appuntamento. In questo tipo di lavoro però bisogna fare attenzione ad alcune regole fondamentali. Il prodotto sponsorizzato dev’essere di qualità, il servizio di vendita corretto e legale, la ditta è meglio che sia ben conosciuta ed affidabile. Lo si può fare negli orari liberi dallo studio e approfittarne per conoscere gente nuova.

 

Lascia un commento